Trucchi e cosmetici, come capire se sono scaduti e se fanno male

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Se acquistate e utilizzate frequentemente cosmetici e trucchi saprete sicuramente che anche questi prodotti hanno una data di scadenza o un Period After Opening (periodo massimo per l'utilizzo dopo l'apertura). Ma davvero superata quella data sono da buttare? 

Ecco il carrello smart per la spesa

Sulle confezioni di creme, prodotti per il make-up e cosmetici in generale viene riportata una data di scadenza oltre la quale il produttore sconsiglia di utilizzare il prodotto, in particolare perché potrebbe aver sviluppato batteri, perso la sua efficacia, consistenza e altre caratteristiche che lo contraddistinguono. Va da sé che i cosmetici, durante tutta la loro durata, devono essere sempre opportunamente conservati.

La durata di conservazione, in realtà, varia notevolmente da prodotto a prodotto, tendenzialmente quelli più “solidi” come ad esempio i rossetti o le polveri resistono più a lungo di quelli che contengono molti liquidi, come sieri, creme o lozioni.

Sulla confezione, la data di scadenza può trovarsi vicino ad un piccolo simbolo (clessidra) e alla dicitura “Usare preferibilmente entro”. Ma alcuni prodotti presentano invece una data di scadenza che parte dal momento in cui si aprono.

data scadenza cosmetici simbolo

©palami/123rf

Si tratta del cosiddetto Period After Opening (PAO) che riguarda i prodotti con durata minima superiore a 30 mesi. In questo caso l’indicazione è preceduta dall’icona che rappresenta un barattolo aperto. Qui si trova la durata in mesi del prodotto garantita dopo l’apertura, scritta in cifre e seguita dalla lettera “M”.

simboli PAO cosmetici

©lavaber/123rf

Nel caso di creme e cosmetici in cui è presente il PAO è bene annotare un piccolo promemoria sulla confezione per ricordare il primo giorno di utilizzo di quel determinato prodotto.

Si possono usare i cosmetici scaduti?

Ma superata la data fatidica cosa fare? I cosmetici scaduti in alcuni casi possono essere salvati.

Il consiglio più valido, fornito dall’IKW (Associazione tedesca di cosmetici, profumi e detersivi) è quello di controllare se l’odore, il colore o la consistenza del prodotto è cambiata, anche solo in parte. In questo caso è sicuramente meglio gettare via il tutto.

Se il cosmetico invece è rimasto tale e quale, probabilmente può essere ancora utilizzato ma è sempre meglio non farlo, in particolare se la vostra pelle, i capelli, ecc. sono particolarmente sensibili.

Nel caso di dubbi, evitiamo di rischiare, oltre la data di scadenza infatti le sostanze conservanti non sono più garantite all’interno del prodotto, il che può portare alla proliferazione di batteri, che a loro volta possono causare eruzioni cutanee o sfoghi allergici.

Nel caso i cosmetici non si possano salvare, ricordatevi di smaltirli sempre correttamente. Leggi anche: Dove buttare e come riutilizzare i vecchi cosmetici

Come far durare più a lungo i cosmetici

Ecco alcuni consigli pratici per far durare il più possibile i propri cosmetici:

  • Non aprire la confezione fino a quando non si intende utilizzare il contenuto
  • Chiudere accuratamente la confezione dopo ogni uso, evitando così che troppa aria entri all’interno
  • Utilizzare i cosmetici e le creme sempre dopo aver lavato le mani e usare per i trucchi pennelli, spatole o altri strumenti puliti
  • Non diluire o mescolare i prodotti cosmetici, poiché ciò potrebbe contaminarli e influire sulla loro durata
  • Conservare sempre in luogo fresco e asciutto

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonte: Oko-test / CosmoDerma

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook