Metalli pesanti nel rossetto: gli effetti collaterali che ogni donna deve conoscere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Cromo, alluminio e manganese sono alcune delle sostanze nocive presenti nel rossetto. Ecco come scegliere e usare questo prodotto.

Come riconoscere un rossetto sicuro e quali ingredienti non deve avere.

Uno dei gesti quotidiani che molte donne compiono è quello di mettersi il rossetto: illumina il viso e, a volte, aiuta anche l’umore. Occorre però fare attenzione ai prodotti che si utilizzano per non incappare in cosmetici che contengono percentuali eccessive di sostanze poco sicure.

Perché il rossetto può essere pericoloso

Steso sulle labbra più volte al giorno il rossetto può non essere sicuro se, come sopra menzionato, contiene elementi potenzialmente pericolosi per la pelle e la salute in generale in quanto si possono ingerire involontaria di piccole particelle di questi metalli mentre, ad esempio, si mangia del cibo. Parliamo quindi di rossetti che contengono una sovrabbondanza di cromo, alluminio, cadmio e manganese. Il cromo è una sostanza cancerogena che viene legata allo sviluppo di tumori dello stomaco; il manganese è stato spesso collegato alla tossicità per il sistema nervoso.

Gli studi di settore sul rossetto

L’attenzione alla presenza dei metalli pesanti nei rossetti ha portato alla realizzazione di diverse ricerche universitarie. Sul giornale americano online Environmental Health Perspectives sono apparsi studi su questo argomento: per i ricercatori statunitensi, l’utilizzo medio di rossetto nell’arco della giornata corrisponde a 24mg di prodotto ingerito; un uso più intenso, correlato all’uso ripetuto dei rossetti nell’arco della giornata, porterebbe portare a ingerire fino a 87mg al giorno di materiali potenzialmente pericolosi.

Anche l’Europa ha condotto studi a tale riguardo grazie all’attività del Comitato scientifico per la sicurezza del consumatore. Il più recente ha analizzato la presenza dell’alluminio in diversi prodotti per la cura e la cosmesi, tra questi anche i rossetti: sono da ritenersi sicuri quelli che non superano una concentrazione di questo elemento oltre il 14% della composizione generale.

Piccoli consigli per usare il rossetto in sicurezza

Come abbiamo visto, la moderazione è la chiave vincente anche quando si parla di make-up: applicare il rossetto due volte al giorno sarebbe l’ideale. È possibile adottare altre piccole quanto importanti accortezze. Acquistare prodotti realizzati secondo le norme europee è un indice di sicurezza. Al contempo è importante la conservazione dei rossetti che, come tutti i cosmetici, hanno una data di scadenza riportata sulla confezione che è bene rispettare. Tenerli riposti in un luogo asciutto permette di preservarne la genuinità. Occorre poi molta prudenza con i prodotti che si utilizzano per truccare, in occasioni di feste, i bambini oppure con quelli scelti dalle donne in gravidanza: meglio prediligere cosmetici bio e realizzati nel rispetto di alti standard qualitativi.

Seguici su Telegram | Instagram Facebook | TikTok | Youtube

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in lettere moderne con la passione per il digitale. Giornalista professionista dal 2010: curiosa e fantasista della comunicazione, dalla tv al web.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook