Mascara: tra i migliori non solo marche note (e costose) ma anche un prodotto low cost, il nuovo test italiano

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tra i cosmetici più amati e utilizzati dalle donne vi sono i mascara. Sul mercato ne esistono di tante tipologie e fasce di prezzo, ma quali sono i migliori? Per scoprirlo, un nuovo test di Altroconsumo ne ha messi a confronto 20

Tra i cosmetici di cui molte donne non potrebbero mai fare a meno c’è sicuramente il mascara che, a seconda dei modelli, può avere diverse funzioni come allungare, incurvare o rinforzare le ciglia ma che, in ogni caso, deve essere in grado di valorizzare al meglio lo sguardo.

Ma serve davvero spendere tanto per avere questo risultato? Secondo l’ultimo test di Altroconsumo su questi cosmetici, la risposta è no! Ci sono buoni prodotti ad un ottimo prezzo così come mascara costosi che non vale la pena acquistare.

Per arrivare ad affermare questo, il test ha preso in esame 20 mascara tra i più noti e utilizzati in Italia. Questi prodotti sono stati acquistati ad aprile 2022 e poi testati tra aprile e settembre 2022 in base a diversi parametri:

  • performance valutata da un esperto (che pesa per il 60% sul giudizio globale)
  • prova d’uso dei consumatori  (15%)
  • analisi di etichetta e imballaggio (10% ciascuno)
  • analisi sui contaminanti (incide per il 5% ed è limitante sul giudizio di qualità globale)

I risultati

Analizzando i vari prodotti, gli esperti di Altroconsumo si sono accorti di alcuni “punti deboli” dei mascara, come ad esempio che ne resta troppo nel tubetto (fino a circa la metà).

Si tratta di un grande spreco che, scrive la rivista dei consumatori, a seconda delle marche va:

Da un minimo del 15% a un massimo del 53% di mascara che resta inutilizzato. In pratica, almeno il 30% del mascara rimane nel tubetto in quasi tutti i prodotti testati: una perdita inaccettabile anche per il portafoglio se si considera che le confezioni non sono particolarmente ricche di prodotto (si va da 6,9 a 12 ml) e visti anche i prezzi elevati. Per esempio, nel caso dei prodotti più costosi, se nel tubetto ci sono 10 ml di mascara e il 44% è risultato inutilizzabile significa che se l’ho pagato 25 euro (quanto costa in media) ben 11 euro li ho regalati.

Cosa dire invece delle caratteristiche tecniche e le prestazioni dei mascara del test? Il tecnico di laboratorio che si è occupato di queste valutazioni ha dato il proprio giudizio in merito a all’effetto in termini di:

  • volume
  • lunghezza
  • incurvatura delle ciglia
  • tenuta nell’arco della giornata
  • usabilità in generale
  • valutazione sulla resa e sull’effetto (ad esempio se si formavano grumi)

Se si considerano questi parametri, quasi tutti i mascara sono stati “promossi” dall’esperto, ad eccezione di 3 che hanno avuto un giudizio negativo. Anche le consumatrici che li hanno testati hanno dato in generale giudizi positivi.

Dunque, possiamo dire che praticamente tutti i mascara fanno il loro dovere.

In merito agli ingredienti controversi, però, c’è qualcosa da aggiungere. Altroconsumo ricorda che, nonostante le analisi chimiche fatte sui mascara siano state generalmente confortanti (sostanze potenzialmente pericolose non ci sono o sono presenti in quantità insignificanti in quasi tutti i mascara):

Purtroppo, in alcuni abbiamo trovato formaldeide (conservante vietato perché potenzialmente cancerogeno e sensibilizzante), in altri nickel in quantità rilevanti e antimonio (metalli pesanti, non ammessi dalla normativa in quanto tali). Il giudizio sulle sostanze indesiderate ha limitato quello di qualità globale.

I mascara migliori (e i peggiori)

Il miglior mascara è risultato quello di un brand di lusso, parliamo del Lash class del marchio Yves Saint Laurent (che può arrivare a costare quasi 40 euro per 9 ml di mascara) con un giudizio globale del 73% – qualità ottima), seguito dalla referenza Lancôme Monsieur Big (70% – qualità ottima e con un costo che oscilla tra 18 e 36 euro).

Ma non è detto che per avere un buon mascara dobbiamo per forza spendere così tanto, anzi! Il “miglior acquisto” segnalato da Altroconsumo, ovvero il prodotto che offre il miglior rapporto qualità-prezzo, è il mascara di Essence che costa solo 4 euro (ed è ottavo nella classifica generale con 60% – qualità buona).

Al terzo posto, con 66% – qualità buona, si trova il mascara Volume millions de cils baume noir di L’Oréal seguito da:

  • Sephora Size up (62% qualità buona)
  • Kiko Maxi mod Volume & definition (62% qualità buona)
  • Rimmel Scandaleyes volume on demand (62% qualità buona)
  • La Roche Posay Toleriane mascara volume (61% qualità buona)
  • MAC in Extreme dimension 3D black lash.

Di qualità media invece:

  • Maybelline lash sensational sky high (58%)
  • NYX On the rise volume liftscara (56%)
  • Yves Rocher Intense metamorphose (50%)

Di qualità bassa:

  • Givenchy Volume disturbia (47%)
  • Chanel Le volume de chanel (44%)
  • Deborah 24 Ore instant maxi volume (43%)
  • Primark Wonder lash (40%)
  • Pupa Vamp! (35%)
  • Dr Hauschka Volume mascara (30%)
  • Revlon Volumazing mascara (20%)
  • Maxfactor Masterpiece divine lashes (20%)

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Altroconsumo

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook