Una mamma ucraina attraversa il confine portando in salvo con sé i figli di uno sconosciuto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Al confine con l'Ungheria una donna ucraina ha attraversato la dogana con dei bambini, il cui padre è dovuto rimanere a combattere nel paese

Nel comune di Beregsurány, città ungherese situata al confine con l’Ucraina, Nataliya Ableyevaha una donna in fuga dal suo paese ha attraversato la frontiera che dividono l’Ucraina dall’Ungheria con i figli di un uomo che non aveva mai visto prima.

Poco prima di entrare in Ungheria Nataliya era stata avvicinata da un padre di famiglia di 38 anni che non poteva oltrepassare il confine assieme a sua figlia e a suo figlio ed incontrare la moglie che sarebbe venuta a prenderli dall’Italia poiché l’Ucraina ha chiamato alle armi tutti gli uomini di età compresa tra i 18 ei 60 anni, vietandogli di lasciare il paese.

Il padre nella disperazione più totale ha affidato le sorti dei suoi figli alla donna, pregandola di prendere con sé i ragazzi, dando ai figli un bacio e abbottonando i loro cappotti per proteggerli dal freddo. Nataliya, che ha anche lei due figli – uno poliziotto ed una infermiera – che sono rimasti in Ucraina per servire il paese, ha preso per mano i due giovani, accogliendo la richiesta straziante di quello sconosciuto e si è incamminata verso l’Ungheria.

Il loro padre mi ha semplicemente consegnato i due bambini e si è fidato di me, dandomi i loro passaporti per portarli a casa, in salvo”

ha detto la donna che proviene dalla stessa città del padre dei due ragazzi. Non appena sono entrati in Ungheria i tre si sono sistemati con altri rifugiati su una panchina, avvolti da un plaid, fin quando quel silenzio così pesante non è stato rotto dal cellulare del ragazzo che ha squillato e in un pianto senza fine ha parlato con sua madre, Anna Semyuk, che li stava aspettando poco dopo il confine

Non appena la madre dei ragazzi ha visto i suoi figli e Nataliya che li ha scortati proprio come se fossero suoi, le due donne si sono abbracciate scoppiando a piangere. Un abbraccio che non ha bisogno di parole nella devastazione che sta spazzando via l’Ucraina.

Fonte: Reuters

Tutti i nostri articoli sulla Guerra in Ucraina

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Leggi anche:

 

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue, attivista e volontaria per i diritti degli animali. Amante della cucina vegetale, di vini rossi e di tutto ciò che profumi di cannella.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook