Stiamo facendo scomparire la scrittura in corsivo e gli effetti sui bambini saranno più gravi di quello che pensiamo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La scrittura in corsivo sta scomparendo, e sempre più ragazzi e studenti prediligono la scrittura in stampatello minuscolo. Ma quali saranno le conseguenze di questa perdita per i più piccoli? Ce lo spiega Piero Crispiani - presidente del COMIS

In un mondo che ci vuole sempre più connessi e online, la scrittura in corsivo sta pian piano scomparendo.

Anche se non vi sono studi a riguardo che confermano questa teoria, è un dato di fatto che ormai la maggior parte dei ragazzi, studenti e non, preferiscono la scrittura in stampatello minuscolo accettata anche dalla maggior parte degli insegnanti.

A tal proposito Piero Crispiani, presidente del COMIS (Cognitive Motor International Society), direttore scientifico del Centro Internazionale Disprassia e Dislessia, e professore all’Università di Macerata e alla Link Campus University di Roma ha affermato che:

Perdere il corsivo è un errore grave, sottovalutato da molti e sacrificato alla tendenza di assuefarsi a tutto ciò che si fa abitualmente. La scrittura in stampato e la scrittura su tastiera non devono escludere le competenze formative di base, quelle che sviluppano le funzioni neurofisiologiche: motorie, spazio-temporali o sintattiche. E questo è particolarmente importante quando si è in presenza di disturbi funzionali come dislessia o disgrafia.

Dimenticare la scrittura in corsivo ci farà perdere anche:

  • lo scorrimento da sinistra a destra
  • la velocità nella scrittura e nel pensiero
  • la fluidità nella scrittura
  • la coordinazione nello spazio e nel tempo, due elementi fondamentale del pensare e dell’agire umano.

Inoltre, ancora più importante la scrittura in corsivo impegna i bambini e li porta alla corretta maturazione e perderla significa aumentare il rischio di disgrafia, un disturbo dell’apprendimento che colpisce circa il 20% degli studenti.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube 

Ti potrebbe interessare:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook