Notte dei pupazzi in biblioteca, la bellissima tradizione giapponese che avvicina i bambini alla lettura

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nuigurumi-otomari-ikai: è il nome della tenerissima tradizione della Notte dei pupazzi in biblioteca, molto diffusa in Giappone. Una volta l'anno i bambini vengono invitati a portare i loro peluche preferiti in biblioteca per trascorrere una notte magica, immersi nella lettura

Far appasionare alla lettura dei libri i più piccoli non è sempre facile. Ma i giapponesi hanno trovato un modo davvero geniale per riuscirci. Quale? Invitare i bambini in biblioteca per far trascorrere lì la notte ai loro peluche preferiti. È la tenera tradizione che prende il nome di nuigurumi-otomari-ikai, molto diffusa anche negli Stati Uniti (dove è nota come Stuffed Animals Sleepover).

I bimbi che ricevono l’invito da parte dalle biblioteche e librerie del Paese vengono accompagnati dai loro genitori e possono portare il loro pupazzo del cuore. Qui quest’ultimo passerà la nottata notte insieme ad altri coloratissimi peluche – orsacchiotti, cagnolini, bambole e chi più ne ha più ne netta – e naturalmente circondato da coinvolgenti libri.

Il giorno seguente ogni bambino potrà tornare a riprendere il suo adorato peluche per riportarlo a casa. Una volta tornati in biblioteca, ai piccoli verranno mostrate delle adorabili foto che mostrano i pupazzi impegnati nella lettura, seduti sui tavoli o fra gli scaffali. Insomma, delle immagini che testimoniano quanto sia divertente e appassionante leggere.

A quel punto ad ogni bimbo viene suggerito il titolo del libro preferito dall’amichetto peluche, così da invogliarlo a scoprire la magica avventura che custodisce e a raccontarla a sua volta al suo pupazzo.

L’iniziativa nuigurumi-otomari-ikai è ormai molto amata nel Paese del Sol Levante, ma negli ultimi anni ha riscosso un bel po’ di successo anche in Italia. Sono diverse, infatti, le biblioteche e librerie che hanno deciso di organizzare questo evento per avvicinare i bambini all’affascinante mondo della lettura. A volte basta un po’ di fantasia e pazienza e il gioco è fatto!

Non perderti tutte le altre nostre notizie, seguici su Google News e Telegram

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook