È morto Haidar, il bimbo di 5 anni rimasto intrappolato in un pozzo per tre giorni in Afghanistan 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Non ce l'ha fatta il piccolo Haidar, il bimbo di 5 anni finito accidentalmente in un pozzo in un villaggio afghano

Purtroppo non ce l’ha fatta il piccolo Haidar, il bambino afghano di 5 anni caduto lo scorso martedì in un pozzo nel villaggio di Shokak, nella provincia di Zabul. Dopo l’incidente era subito partita una corsa contro il tempo per tentare di salvare il piccolo rimasto incastrato a una decina di metri, nel pozzo profondo ben 25 metri. I soccorritori hanno lavorato incessantemente con le escavatrici e tantissime persone erano accorse per pregare in attesa di un lieto fine.

I filmati diffusi sui social media mostrano il padre del bimbo mentre si rivolgeva al piccolo, cercando di rassicurarlo. “Stai bene figlio mio? Parlami e non piangere, stiamo lavorando per tirarti fuori” diceva l’uomo, cercando di mantenere la calma e tenere viva la speranza . “Va bene, continuerò a parlare” aveva risposto Haidar.

Ma purtroppo il lieto fine non c’è stato. Dal regime talebano è arrivata la terribile notizia: il bimbo, per il quale tutto l’Afghanistan stava facendo il tifo, non ce l’ha fatta.

Ad annunciarlo su Twitter il funzionario talebano Anas Haqqani:

Purtroppo il piccolo Haider si è separato da noi per sempre. – ha fatto sapere. –Il nostro Paese oggi torna ad essere ospite di una grande tragedia. Possa Allah concedere pazienza a tutto il popolo afghano e in particolare alla famiglia di Haider. E possa Dio portare più sorgenti di gioia.

Un dramma sconvolgente, che ci ricorda quello del piccolo Rayan, morto qualche settimana fa dopo essere caduto accidentalmente in un pozzo del Marocco, dove è rimasto per cinque giorni. L’ennesima tragedia che riporta inevitabilmente anche a quel maledetto giugno 1981, quando tutta l’Italia rimase col fiato sospeso per Alfredino Rampi.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: Anas Haqqani 

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook