Batterie a bottone: le hai sempre conservate nel modo sbagliato, pericoloso per i bambini

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Le batterie a bottone - tutti le abbiamo in casa - sono tra gli oggetti più pericolosi per i bambini. Spesso facciamo l'errore di tenerle in luoghi in cui i più piccoli possono accedere, con il rischio che le ingeriscano e siano esposti a possibili gravi conseguenze per la loro salute

Duracell ed Emma Hammett, infermiera dell’organizzazione medica britannica First Aid for Life, hanno collaborato insieme in una ricerca utile a migliorare la sicurezza in casa, legata al “problema” batterie, o meglio a come dovremmo conservarle per evitare rischi per i nostri bambini.

I risultati delle interviste, effettuate su 2000 persone, hanno mostrato un certo grado di incertezza negli adulti, sia riguardo al modo corretto di conservare le batterie, sia su cosa sia giusto fare in caso di ingestione da parte dei più piccoli.

Secondo il sondaggio, quasi 1 genitore su 4 ha trovato il proprio figlio a giocare in casa con una batteria scarica e il 53% dei partecipanti ha ammesso di aver lasciato casualmente incustodite le batterie dove i bambini potevano raggiungerle.

Questo è molto rischioso, ogni anno infatti si verificano diversi casi di ingestione di batterie a bottone da parte dei più piccoli. Vi abbiamo parlato proprio pochi giorni fa dei casi segnalati dall’Ospedale Gaslini di Genova nell’ultimo mese. Leggi anche: Attenzione alle batterie a bottone: 4 bambini solo nell’ultimo mese sono finiti all’ospedale dopo averle ingoiate

Ingerire una batteria può provocare reazioni molto pericolose all’interno dell’organismo, anche nel giro di poche ore.  Se questa rimane bloccata nell’esofago o nell’intestino, avvengono delle reazioni chimiche che possono bruciare i tessuti e causare emorragie interne.

Come scrive First Aid for Life:

Le ustioni risultanti non sono dovute a sostanze chimiche che fuoriescono dalla batteria, ma perché la batteria stessa reagisce con i fluidi corporei, come la saliva. Questa reazione rilascia una sostanza come la soda caustica, che è un alcali forte che brucia, è simile alla sostanza usata per sbloccare gli scarichi! Anche le batterie “esaurite” possono causare danni, quindi dovrebbero essere trattate con la stessa attenzione delle batterie nuove.

C’è poi il rischio che le batterie a bottone rimangono bloccate nel naso o nell’orecchio di un bambino.

Attenzione a conservare bene le batterie

Ci sono molti modi in cui i bambini possono “trovare” le batterie, i più probabili sono:

  • un dispositivo cade e la batteria fuoriesce
  • una batteria scarica viene rimossa e lasciata su un tavolo o altro luogo accessibile ai bambini
  • un nuovo pacchetto di batterie viene aperto e una o più fuoriescono e rotolano sotto i mobili
  • le batterie di riserva vengono conservate in un cassetto facilmente accessibile nel soggiorno o in cucina
  • Il vano batteria di un giocattolo non è adeguatamente chiuso

Come evitare ogni rischio

Il sistema è molto semplice. Come ha consigliato l’infermiera Hammett:

Assicurati di aver individuato tutti i dispositivi all’interno della tua casa che contengono batterie a bottone e controlla che siano sicuri, oltre a tenere le batterie al sicuro fuori dalla vista e dalla portata dei bambini e riciclare quelle usate in modo appropriato. (…) Impiegare 10 minuti per controllare che non ci siano batterie a bottone incustodite è un semplice passo da compiere per rendere la tua casa più sicura.

Più nello specifico, i consigli degli esperti sono i seguenti:

  • Rimuovere sempre le batterie scariche prontamente e riciclarle in modo sicuro e il più rapidamente possibile
  • Conservare le batterie nuove fuori dalla vista e dalla portata dei bambini
  • Controllare tutti i dispositivi per assicurarsi che i loro vani batteria siano protetti in modo sicuro
  • Conservare tutte le batterie di riserva in un contenitore sigillato in un armadio alto
  • Assicurarsi di controllare i vani batteria ogni volta che si usa un dispositivo
  • Evitare di comprare i giocattoli nei mercatini, in quanto potrebbero non essere conformi alle normative di sicurezza e fare molta attenzione agli acquisti online o dall’estero. Cercare sempre il marchio di sicurezza CE
  • Insegnare ai bambini più grandi che le batterie a bottone sono pericolose e a non giocarci mai o darle ai bambini più piccoli
  • Scegliere batterie di qualità con un imballaggio a doppia sicurezza e possibilmente trovare quelle rivestite con Bitrex, sostanza amara che evita che i bambini le mettano in bocca

Cosa fare in caso di ingestione

Se sospetti che tuo figlio abbia ingerito una batteria a bottone, portalo immediatamente al pronto soccorso più vicino.

Altri consigli utili sono:

  • non dare niente da mangiare o da bere
  • non cercare di farlo vomitare, questo potrebbe causare ulteriori danni (oltre a quelli causati dall’ingestione) per via della soda caustica
  • se possibile, cerca di scoprire che tipo di batteria ha ingerito il tuo bambino

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte:  First Aid for Life

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook