Torna in Italia il gruppo scultoreo di “Teseo e le sirene”

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo lunghe indagini, i Carabinieri hanno dimostrato che le tre statue risalenti al IV secolo a.C. erano state trafugate a Taranto negli anni Settanta

Una splendida notizia per il mondo dell’arte italiano: rientra in patria il gruppo scultoreo ribattezzato “Orfeo e le sirene”, rinvenuto in uno scavo clandestino a Taranto nella seconda metà del secolo scorso ed esportato illegalmente negli Stati Uniti, dove fu acquistato dal Getty Museum di Malibu (California).

Il gruppo risalirebbe al IV secolo a.C., all’epoca della dominazione greca nel Sud Italia, ed è costituito da tre sculture in terracotta: due sirene stanti e Orfeo seduto (reggente con molta probabilità una lira, che è andata perduta). Acquistato per 550.000 dollari dal museo americano, oggi il suo valore è stimato per 8 milioni di dollari.

Grazie al certosino lavoro dei Carabinieri italiani, che hanno ricostruito l’origine e gli spostamenti delle tre sculture, è stato possibile restituire al nostro Paese questo capolavoro artistico così antico e prezioso. Le tre statue saranno esposte a Roma presso il Museo dell’Arte Salvata dal prossimo sabato (24 settembre) fino al 15 ottobre – prima di essere trasferite, in modo permanete, al Museo archeologico di Taranto.

teseo

@Ministero della Cultura

Il gruppo scultoreo riprende una scena del mito greco degli Argonauti – il gruppo di eroi greci che, a bordo della nave Argo, partì sotto la guida di Giasone alla ricerca del vello d’oro. Fra le mille peripezie affrontate dagli Argonauti vi fu l’incontro con le ammalianti sirene, che con il loro canto seducevano i marinai e li conducevano a morte sicura.

Fra i membri dell’equipaggio della nave Argo vi era anche il cantore Orfeo che, con la sua lira, riuscì a distrarre le sirene, spingendo queste creature mitologiche a interrompere il proprio canto ammaliatore e addirittura a suicidarsi.

Proprio per rispettare il mito dietro il gruppo scultoreo, i curatori del Museo dell’Arte Salvata hanno scelto di mettere le due statue delle sirene di fronte a quella di Orfeo seduto – e non tutte e tre sullo stesso livello, come era invece nel museo americano.

Non perderti tutte le altre nostre notizie, seguici su Google News e Telegram

Fonte: Ministero della Cultura

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook