Il “tamburo” di gesso è l’opera d’arte preistorica più importante scoperta in questo secolo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il ritrovamento, avvenuto nel 2015, ha fornito agli archeologi informazioni utili sullo stile di vita e sulle tradizioni preistorici

Nel Regno Unito emessa una moneta per celebrare il 50° del Pride

Questo piccolo tamburo, realizzato in gesso e finemente decorato con motivi in rilievo, rappresenta l’opera d’arte preistorica più importante rinvenuta nell’ultimo secolo nel Regno Unito e sarà presto esposto al British Museum a partire dal prossimo 17 febbraio, per la gioia degli appassionati di archeologia.

Il manufatto risale a circa 5.000 anni fa (ha la stessa età dello Stonehenge) ed è stato ritrovato nel 2015 all’interno di un complesso funerario nello Yorkshire orientale insieme ai resti di tre bambini, a una spilla in osso e ad una grossa palla, realizzata sempre in gesso. Il contesto del ritrovamento e il resto del corredo funerario hanno spinto gli archeologi a pensare che si possa trattare di un giocattolo per bambini.

(Leggi anche: Neve: scoperti i resti della neonata più antica d’Europa, con il suo corredino funerario)

Il tamburo in questione, detto Tamburo di Burton Agnes per la sua vicinanza alla piccola parrocchia da cui trae il nome, presenta caratteristiche molto simili ad altri tre tamburi rinvenuti nel nord dello Yorkshire nel lontano 1889, e detti Tamburi Folkton (sempre dal nome del villaggio più vicino al luogo del ritrovamento). I Tamburi Folkton sono rimasti a lungo un mistero per gli archeologi che li hanno studiati, ma ora questo nuovo ritrovamento potrebbe aiutare a comprendere la funzione di questi manufatti.

Anche se è stato chiamato “tamburo”, è improbabile che sia stato considerato uno strumento musicale: il gesso di cui è composto non presenta la cassa di risonanza tipica di uno strumento a percussioni e pertanto il manufatto non fa rumore. Probabilmente si trattava di un talismano portafortuna per i tre bambini che sono stati sepolti insieme ad esso – due dei quali, i più piccoli, si tenevano per mano al momento della sepoltura.

Gli studiosi cercano di decifrare anche il significato nascosto negli articolati motivi decorativi del tamburo – che si ipotizza possa essere di matrice religiosa. Ciò che affascina particolarmente è il fatto che manufatti molto simili siano stati trovati in contee diverse: questo doppio ritrovamento potrebbe quindi fornire informazioni utili anche sulle influenze artistiche e tecniche delle comunità preistoriche.

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonte: BBC

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook