Il viaggio di Shuna, lo straordinario manga di Miyazaki che ci insegna a lasciare il mondo migliore di come l’abbiamo trovato

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il viaggio di Shuna era stato pubblicato per la prima volta in Giappone nel 1983, un manga definito come 'inquietante, incantevole e straordinariamente strano'.

Dal leggendario animatore Hayao Miyazaki arriva Shuna’s Journey , un manga tradotto per la prima volta in inglese che racconta la storia di un principe che cerca grano d’oro per salvare il suo popolo e la sua terra dalla povertà.

Da sempre considerato il lavoro precursore di Nausicaä della Valle del vento, Il viaggio di Shuna era stato pubblicato per la prima volta in Giappone nel 1983. Un manga definito come ‘inquietante, incantevole e straordinariamente strano’.

Più un libro illustrato con narrazione che un manga, si apre con la descrizione di Miyazaki di un insediamento umano: “In fondo a un’antica valle scavata da un ghiacciaio, c’era un piccolo regno che il tempo aveva abbandonato”. Intorno a queste parole c’è una rappresentazione visiva di due pagine dell’antica valle, delle montagne innevate e delle scogliere fessurate che sovrastano il minuscolo regno dall’aspetto medievale. Questo è il mondo di Miyazaki, un luogo in cui natura, animali, dei e umani interagiscono.

Shuna è il principe di una terra povera, osserva con disperazione il suo popolo che lavora fino alla morte raccogliendo il poco grano che vi cresce. E così, quando un viaggiatore gli presenta un campione di semi provenienti da una misteriosa terra occidentale, si mette alla ricerca della fonte del grano d’oro, sognando una vita migliore per i suoi sudditi.

Succede così che il tradizionale racconto popolare tibetano sulla ricerca di semi fruttuosi si intreccia con scene di straordinaria stranezza, che vanno dall’incontro con una vasta nave fatta di roccia – i cui pavimenti sono formati da ossa umane che scricchiolano sotto i piedi – a una gigantesca luna argentata che sfreccia attraverso il cielo.

Non passa molto tempo prima che Shuna incontri una ragazza di nome Thea. Dopo averla liberata dalla prigionia, viene inseguito dai suoi nemici e, mentre Thea fugge a nord, Shuna prosegue verso ovest, raggiungendo finalmente la Terra del Popolo-Dio. Shuna rivedrà mai Thea? E riuscirà a tornare a casa dalla sua ricerca del grano d’oro?

Vi abbiamo parlato tante volte di Miyazaki maestro di capolavori come “Il mio vicino Totoro”, “La principessa Mononoke ” e ” La città incantata”. Sono tutti bellissimi film di animazione, ma ciò che pochi sanno è che il maestro ha iniziato a disegnare nella prima infanzia e al liceo sognava di diventare un artista manga e possiamo dire che questo libro trasuda tutta la sua bravura. Non ci sono semplici disegni, ma veri e propri insegnamenti. Shuna non è il classico principe alla ricerca di una spada o di un tesoro, il suo è un viaggio per trovare semi viventi, con il potere di coltivare nuovi raccolti per le generazioni a venire e ridonare speranza al suo popolo.

Fonte: Studio Ghibli

Leggi anche:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista professionista, laureata in Scienze Politiche con master in Comunicazione politica, per Greenme si occupa principalmente di tematiche sociali e diritti degli animali.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook