Un’importante “autostrada” romana e un canale di navigazione di oltre 2000 anni fa, la straordinaria scoperta portata alla luce nei Paesi Bassi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Scoperta straordinaria nei Paesi Bassi: archeologi portano alla luce un'antica "autostrada" romana e un canale di navigazione di 2mila anni fa

Non conservare così l'avocado: è pericoloso

Nei Paesi Bassi è stata appena fatta una delle scoperte archeologiche più importanti degli ultimi anni. Nei pressi di Nimega, una delle città più antiche dello stato europeo, un’équipe di archeologi dell’agenzia RAAP (la più attiva nel Paese nell’ambito della ricerca archeologica) ha portato alla luce un’enorme strada romana, risalente a circa 2000 anni fa.

Ma c’è dell’altro. Nel corso degli scavi è stato scoperto anche un canale di navigazione largo oltre 10 metri, dove molto probabilmente transitavano le navi dell’esercito romano. Un ritrovamento unico per la nazione. Gli eccezionali reperti sono emersi durante gli scavi in vista dei lavori di ristrutturazione della diga di Wolferen-Sprok. 

autostrada romana paesi bassi

@RAAP

I Paesi Bassi sono stati per lungo tempo colonia romana e proprio in questo territorio sono stati fondati diversi piccoli insediamenti, nati per proteggere il Limes Germanicus, che segnava il confine dell’Impero Romano. Nei decenni scorsi gli archeologi avevano già rinvenuto diversi interessanti reperti, tra cui uno scheletro risalente all’epoca di Carlo Magno, ma non si aspettavano di fare una scoperta del genere come quella avvenuta qualche giorno fa. 

Due importanti infrastrutture usate dall’esercito romano

Secondo gli esperti che hanno effettuato i due ritrovamenti, sia la strada – che in epoca romana fungeva da “autostrada – che il canale sono stati costruiti e utilizzati dall’esercito romano.

L’ampia strada, che conserva l’originale pavimentazione in ghiaia, ha più di 2000 anni, così come il canale di navigazione. Gli archeologi della RAAP ipotizzano che quest’ultimo venisse utilizzato dalle imbarcazioni dell’esercito dell’Impero, adibite al trasporto di soldati, ma anche di provviste, cibo, materiali da costruzione. 

canale romano paesi bassi

@RAAP

Ci sono buone probabilità che questo canale collegasse Nimega al Reno – spiegano gli esperti – Nimega era una città importante in epoca romana e all’epoca il Reno era la frontiera dell’Impero Romano. I soldati dovevano essere in grado di muoversi facilmente e avevano bisogno di molte cose. Il canale ha quindi svolto un ruolo importante. 

Seguici su Telegram|Instagram |Facebook|TikTok|Youtube

Fonte: RAAP

Potrebbero interessarti anche altri sulle scoperte archeologiche

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Media, comunicazione digitale e giornalismo all'Università La Sapienza, ha collaborato con Le guide di Repubblica e con alcune testate siciliane. Appassionata da sempre al mondo del benessere e del bio, dal 2020 scrive per GreenMe

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook