Lo Yucatan restituisce una canoa Maya in legno di mille anni fa, perfettamente conservata

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Durante i lavori per una nuova rete ferroviaria, gli archeologi hanno riportato alla luce un'antica canoa Maya

Lite tra elefanti

Durante i lavori per una nuova rete ferroviaria, gli archeologi hanno riportato alla luce un’antica canoa Maya risalente a più di mille anni fa

Una canoa in legno utilizzata dagli antichi Maya e risalente a più di 1.000 anni fa è stata ritrovata dagli archeologi nella penisola dello Yucatan, in Messico, non lontano dalle rovine dell’antica Chichen Itza – uno dei maggiori centri urbani di epoca Maya, caratterizzato dalla presenza di raffinati templi e piramidi. L’imbarcazione misura circa 1,60 metri in lunghezza e 80 centimetri in larghezza.

Gli archeologi ipotizzano che potesse essere utilizzata per trasportare acqua dal cenote (grotte dove si trovavano riserve di acqua dolce, tipiche dell’America centro-meridionale), oppure per lo spostamento di offerte rituali. L’Instituto Nacional de Antropología e Historia (INAH), che ha diffuso la notizia dell’incredibile scoperta, ha annunciato anche l’arrivo di un team di archeologi dell’Università Sorbonne di Parigi, che provvederà all’analisi del reperto per ricavare maggiori informazioni circa la datazione e il tipo di legno utilizzato per la sua realizzazione. Oltre alle rilevazioni condotte direttamente sulla canoa, inoltre, sarà presto disposta la realizzazione di una “replica” in tre dimensioni per facilitare ulteriori studi relativi alle funzioni avute dall’imbarcazione senza dover per forza sottoporre l’originale a test.

Gli archeologi hanno datato il reperto approssimativamente fra l’830 e il 950 d.C. – quasi alla fine del momento di massimo splendore della civiltà Maya classica, nel periodo in cui venivano raggiunti alcuni fra i più importanti traguardi in matematica, scrittura e nelle arti pittoriche. La canoa è stata ritrovata durante i sopralluoghi preventivi ai lavori per la costruzione di una linea ferroviaria turistica fortemente voluta dal presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador – il cosiddetto Maya Train – per risollevare dal punto di vista economico le regioni più povere nel sud del paese stimolando il turismo locale. Purtroppo però, l’infrastruttura sta raccogliendo molte critiche, poiché danneggerebbe il delicato ecosistema della regione.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: Reuters / INAH

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook