Due anni fa ci lasciava Andrea Camilleri: trovati 4 racconti giovanili (ora pubblicati su Facebook)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Fino al 26 luglio saranno pubblicati sulla pagina L'Ora edizione straordinaria quattro racconti giovanili di Andrea Camilleri.

La barca”, “Un fatto memorabile”, “Tutto tornava ad essere come prima”, “Variazioni su di un ritorno”: quattro racconti giovanili di Andrea Camilleri, esordio dello scrittore siciliano, sono stati ritrovati nell’archivio del giornale L’Ora, a suo tempo acquisito dalla biblioteca centrale della Regione siciliana, a due anni dalla sua scomparsa.

Le quattro novelle si trovano dal 26 giugno nella pagina Facebook “L’Ora. Edizione straordinaria”, lo stesso titolo del libro curato da alcuni ex giornalisti del quotidiano che ha cessato le pubblicazioni nel 1992.

Leggi anche: “Il giorno che i morti persero la strada di casa”, Andrea Camilleri racconta la commemorazione dei defunti nella sua Sicilia

Decise allora, aveva 24 anni, di provarci con quel giornale – raccontano dall’Ora – allora si chiamava “L’Ora del popolo”, la testata con cui riprese le pubblicazioni nel 1946 – che, nel panorama editoriale, era allora l’unico ad avere una terza pagina dedicata interamente alla cultura: “Un giorno feci una scelta di tre-quattro racconti che avevo già scritto e li mandai alla redazione a Palermo del quotidiano. Non mi risposero neppure, ma con mia grande sorpresa vidi dopo due giorni il mio racconto pubblicato e così fu per quattro racconti. Queste furono le primissime, timide esperienze di me scrittore”.

Gli studiosi erano già sulle tracce di questi testi che non erano stati più ripubblicati e per questo motivo si pensavano perduti.

Per ricordare Andrea Camilleri a due anni dalla sua scomparsa, pubblicheremo sulla pagina L’Ora edizione straordinaria – grazie alla fondamentale collaborazione della Biblioteca Centrale della Regione Siciliana, che custodisce l’archivio del giornale – i quattro racconti, con cadenza settimanale a partire da sabato 26 giugno fino a sabato 17 luglio, data della morte dello scrittore.

Storie che parlano di ritorni, di mare, di barche, di pescatori e del dopoguerra, righe incantevoli, ancora pervase dal tema del ritorno dei soldati dal fronte e dei prigionieri dalla galera o dai campi di concentramento.

Fonte: L’Ora, edizione straordinaria

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista, laurea con lode in Scienze Politiche, un master in Responsabilità ed etica di impresa e uno in Editing. Scrive per greenMe dal 2009. È volontaria Nati per Leggere in Campania.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook