I Musei Vaticani riaprono il primo febbraio. È stata la chiusura più lunga dalla seconda guerra mondiale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Dopo 88 giorni di chiusura, la più lunga dalla seconda guerra mondiale, riaprono al pubblico il primo febbraio i Musei Vaticani

Non conservare così l'avocado: è pericoloso

Buone notizie per gli amanti dell’arte che vivono a Roma e dintorni (salvo poi riapertura delle regioni). Dal primo febbraio si potrà tornare a visitare i Musei Vaticani che, con il nuovo mese, riaprono le porte a chi vuole godere delle loro meraviglie.

È stata la chiusura più lunga dalla seconda guerra mondiale, ben 88 giorni senza ricevere alcun visitatore, ma ora tutto è pronto per riaccogliere romani e turisti (se ci saranno).

Come si legge sul sito ufficiale e sui canali social: dall’1 febbraio i musei vaticani saranno riaperti al pubblico. Naturalmente, a causa dell’emergenza sanitaria, le visite ai Musei e ai Giardini del Vaticano saranno impostate con dei criteri specifici, in modo tale da garantire la massima sicurezza ai visitatori.

I Musei saranno aperti  tutti i giorni, dal lunedì al sabato, dalle ore 8:30 alle ore 18:30, con ultimo ingresso alle ore 16,30. La prenotazione online è obbligatoria.

Fonte: Musei Vaticani

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Francesca Biagioli è una redattrice web che si occupa soprattutto di salute, alimentazione naturale, consumi e benessere olistico. Laureata in lettere moderne, ha conseguito un Master in editoria

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook