Una statua di Kobe Bryant e sua figlia Gigi è apparsa sul luogo dell’incidente per ricordare il campione (e l’assurda tragedia)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Una scultura del grande Kobe Bryant dell’NBA e di sua figlia Gianna ‘Gigi’ Bryant è stata portata il 26 gennaio sul luogo dell’incidente

Come conservare al meglio le fragole

Una scultura del grande Kobe Bryant dell’NBA e di sua figlia Gianna ‘Gigi’ Bryant è stata portata lo scorso mercoledì 26 gennaio sul luogo dell’incidente, dove hanno perso la vita anche altre 7 persone a causa dello schianto dell’elicottero dove viaggiavano, su una collina vicino a Los Angeles.

La statua, dal peso di 73 kg, è opera dello scultore Dan Medina, è in bronzo e raffigura Gigi 13enne che tiene la mano di suo padre Kobe appoggiata sulla sua spalla. Entrambi indossano divise da basket.

Sul piedistallo d’acciaio della statua sono incisi i nomi anche delle altre sette vittime dell’incidente, avvenuto la mattina presto del 26 gennaio 2020, nel mezzo di una fitta nebbia: Alyssa Altobelli, John Altobelli, Keri Altobelli, Payton Chester, Sarah Chester, Christina Mauser, Ara Zobayan, incisi su una targa alla base della statua (oltre a riportare ovviamente anche Kobe Bryant e Gianna Bryant.

In questo giorno, il secondo anniversario dell’incidente, ho deciso di portare [la statua] dall’alba al tramonto per cercare di indurre una processo di guarigione per i fan – spiega Medina a The Guardian – Oggi è stato un giorno speciale perché ho assistito proprio a questo. La gente si avvicinava e se ne andava con una sorta di soddisfazione

Cinque volte campione NBA nelle sue 20 stagioni con i Los Angeles Lakers, la morte di Bryant all’età di 41 anni ha scioccato il mondo degli sport professionistici e ha mandato in lutto i suoi fan. Per non parlare del fatto che la figlia, che stava portando a giocare una partita di basket, aveva appena 13 anni.

E che, naturalmente, sono morte anche altre 7 persone, lasciando dolore su questa terra.

Gli eroi vanno e vengono, ma le leggende sono per sempre

si legge sulla statua

Seguici su Telegram Instagram | Facebook TikTok Youtube

Fonti: The Guardian / Kobe & Gianna Bryant Murals/Instagram /  Kobe & Gianna Bryant Murals/Twitter / Dan Medina/Instagram

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook