Dollface: i ritratti bizzarri nati dal riutilizzo di parti di bambole e giocattoli

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’arte fa un salto nel passato e recupera le parti di bambole e giocattoli per creare delle sculture originali e inaspettate, dei volti bizzarri che non possono che farci sorridere. Ormai qualche anno fa vi avevamo parlato del riutilizzo delle parti delle Barbie - gambe e braccia comprese - per creare accessori e gioielli fuori dal comune. Ora ecco Dollface.

Quanta frutta e verdura dobbiamo mangiare ogni giorno?

L’arte fa un salto nel passato e recupera le parti di bambole e giocattoli per creare delle sculture originali e inaspettate, dei volti bizzarri che non possono che farci sorridere. Ormai qualche anno fa vi avevamo parlato del riutilizzo delle parti delle Barbie – gambe e braccia comprese – per creare accessori e gioielli fuori dal comune. Ora ecco Dollface.

Barbie e Ken probabilmente sono ormai superati per i bambini di oggi, ma le bambole più classiche e i modellini dei supereroi troveranno sempre spazio nell’immaginario infantile e nelle camerette dei bimbi più fortunati del mondo. Che cosa accade ai tanto amati giocattoli quando i bimbi sono ormai cresciuti?

Nella maggior parte dei casi bambole e modellini anche costosi finiscono inesorabilmente nella spazzatura, a meno che non vengano intercettati da un collezionista o donati ad altri bambini, meno fortunati. Ma quando i giocattoli e le bambole non riescono a ritrovare un ruolo utile, ci pensa l’estro artistico a recuperarli.

dollface 1

dollface 2

Ecco dunque le creazioni di Freya Jobbins, che recupera i vecchi giocattoli e le bambole dalle discariche. Li smonta e ne riutilizza le parti per dare vita a volti espressivi, simpatici, bizzarri, a volte anche un po’ mostruosi. La sua immaginazione sembra davvero non avere limiti.

dollface 3

dollface 4

Dall’assemblaggio di gambe, braccia, orecchie, mani e occhi di bambole, ecco delle sculture in 3D, che spesso riprendono i volti di personaggi famosi, registi, star del cinema o supereroi – Batman, ad esempio. Così le icone della cultura pop riprendono vita grazie alla plastica riciclata, uno dei suoi simboli più vividi. Ne saranno felici?

dollface 5

Per maggiori informazioni: freyajobbins.com

Marta Albè

Fonte foto: freyajobbins.com

Leggi anche:

Per riciclare il tempo passato…ricicliamo la Barbie!

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Life Coach, insegnante di Yoga e meditazione. Autrice del libro “La mia casa ecopulita” edito da Gribaudo - Feltrinelli editore.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook