Danneggiati antichi dipinti rupestri durante le riprese di una famosa serie tv brasiliana

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Canale tv brasiliano danneggia dipinti rupestri durante le riprese di una famosa serie televisiva locale e viene condannato.

Dei dipinti preistorici conservati per millenni in una grotta della città di Diamantina, nel sud-est del Brasile, sono stati danneggiati durante le riprese televisive di una serie tv, effettuate dal canale Record.

Quest’ultimo appartiene a una delle chiese più potenti del paese e ora dovrà pagare una multa di 429.000 euro. I dipinti dell’area protetta sono stati infatti rivestiti di vernice vinilica bianca per comporre il palcoscenico di Rei Davi, la produzione del canale evangelico di proprietà del vescovo Edir Macedo.

In realtà la serie non è stata girata di recente, sono trascorsi almeno 10 anni dal momento della registrazione, ma ora Record, che grazie a quella produzione aveva ottenuto un successo clamoroso, è stato definitivamente condannato a pagare la sanzione.

La sentenza, come riporta El Pais, è stata emessa da un tribunale di seconda istanza dopo una prima condanna del ricorso. Il giudice ha condannato il canale per il danno ambientale causato e per compensare i costi dell’analisi scientifica nonché per pagare un risarcimento ai Comuni colpiti dalla distruzione del patrimonio. Ma ha anche punito il proprietario terriero che ha consentito l’accesso in loco senza salvaguardare adeguatamente i dipinti.

Il paesaggio danneggiato è quello di Serra do Pasmar, intorno a Diamantina, modificato durante le riprese della serie per renderlo più accattivante. Si tratta di un sito archeologico famoso che conserva dipinti rupestri e strumenti litici di genti che qui, vissero, 11.000 anni fa.

Il canale televisivo ha negato di aver utilizzato la vernice bianca affermando che l’analisi è stata condotta 19 mesi dopo le riprese, e che quindi non è riconducibile a quel periodo. Inoltre dichiara di aver generato benefici per Diamantina, cittadina di 47.000 abitanti il cui centro è stato riconosciuto come Patrimonio Unesco, grazie all’enorme successo di pubblico ottenuto dalla serie tv.

FONTI: El Pais

Ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018. Appassionata di viaggi, folklore, maschere tradizionali. Si occupa anche di tematiche ambientali, riciclo creativo e fai da te. Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo". Nel 2018 ha dato vita a Mirabilinto, labirinto di meraviglie illustrate.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook