Trova una moneta d’oro medievale col metal detector e la vende all’asta per quasi 650mila euro

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il ritrovamento, avvenuto in maniera del tutto casuale, è stato fatto da un appassionato cercatore di tesori inglese

Sta per finire investito, la mamma lo salva

Il ritrovamento, avvenuto in maniera del tutto casuale, è stato fatto da un appassionato cercatore di tesori inglese

Erano dieci anni che Michael Leigh-Mallory non si dedicava più alla sua passione, ovvero quella di cercare tesori antichi. Aveva “appeso al chiodo” il suo metal detector per dedicarsi ai suoi figli, ma sono stati proprio loro, fattisi grandi, a spingerlo a riprendere la sua attività e a portarli con lui, alla scoperta di entusiasmanti reperti.

Lo scorso 26 settembre, dopo aver sempre riportato alla luce sempre cosucce di poco conto (pezzi di ferro, anellini, rifiuti metallici) la vita di Michael è cambiata grazie ad un ritrovamento incredibile: una moneta d’oro risalente al 1257 (regno di Enrico III). L’uomo, 52 anni, non si era mai imbattuto in un oggetto tanto prezioso (ritrovato per caso in un campo vicino a Hemyock, nel Regno Unito) e deve ringraziare solo i suoi figli che lo hanno spinto a riprendere in mano il metal detector.

La scorsa domenica, la preziosissima moneta è stata battuta all’asta dall’agenzia Spink&Son ed è stata venduta per la cifra record di 540.000 sterline (647562,60 euro). L’acquirente, che è rimasto anonimo, vivrebbe comunque nel Regno Unito e ha manifestato l’intenzione di cedere il reperto ad un museo, affinché possa essere studiato e osservato dagli appassionati.

La moneta

La moneta si trovava nascosta sotto uno strato di terreno molto sottile – appena 10 centimetri di terra la separavano dalla luce del sole. Di dimensioni contenute (larga poco meno di un pollice, ovvero circa due centimetri e mezzo) è costituita da oro allo stato puro: sul fronte raffigura il re Enrico III seduto sul trono, mentre sul retro è possibile vedere una croce latina con le rose.

Ecco il dettaglio della preziosa moneta (@ Spink&Son)

Secondo gli archeologi, si tratta di un ritrovamento particolarmente prezioso poiché è la prima volta, in oltre 260 anni di storia, che una moneta tanto antica viene riportata alla luce. Attualmente sono otto le monete di questa fattura ritrovate – tutte esposte in musei e collezioni. Gli esperti stimano che all’epoca furono circa 52.000 le monete coniate e il loro valore oggi sarebbe stato equivalente a circa 60 sterline.

Fonti: BBC / Spink&Son

Ti consigliamo anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Sono laureata in Lingue e Culture Straniere. Da sempre attenta alle problematiche ambientali e rivolta a uno stile di vita ecosostenibile, tento nel mio piccolo di ridurre al minimo l’impronta ambientale con scelte responsabili nel rispetto della natura che mi circonda.

Iscriviti alla newsletter settimanale

Riceverai via mail le notizie su sostenibilità, alimentazione e benessere naturale, green living e turismo sostenibile dalla testata online più letta in Italia su questi temi.

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook