Menopausa: questo è il miglior olio da assumere per alleviare i sintomi, non solo le vampate di calore

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un nuovo studio ha individuato come l’integrazione con uno specifico olio sia in grado di alleviare alcuni dei sintomi della menopausa

Con il termine menopausa si indica il naturale declino della produzione di ormoni riproduttivi femminili, e la conclusione dei cicli mestruali di una donna. Di solito inizia durante i 40 o i 50 anni e, per alcune donne, si tratta di un periodo doloroso e irritante. Alcuni ricercatori hanno individuato un integratore a base di olio che è in grado di aiutare a trattare i sintomi.

Ricordiamo che i sintomi comuni della menopausa includono: 

  • vampate di calore
  • secchezza vaginale
  • brividi
  • sudorazione notturna
  • aumento di peso
  • mestruazioni irregolari
  • stati d’animo labili
  • diminuzione del desiderio sessuale
  • sonno scarso
  • perdita di massa ossea
  • mal di testa
  • ansia e depressione

Poiché si tratta di un processo naturale, i trattamenti si concentrano principalmente sulla gestione dei sintomi. È disponibile una varietà di farmaci, ma il rischio di effetti collaterali porta molte donne a utilizzare terapie alternative insieme o al posto di quelle convenzionali. Ovviamente, è bene consultare il tuo medico di famiglia prima di aggiungere qualsiasi integratore alla tua routine. (Leggi anche: Menopausa: 15 sintomi più comuni)

Erbe e integratori per la menopausa

Erbe e integratori sono comunemente usati per gestire i sintomi della menopausa. Uno di questi è l’olio di enotera, o di primula, un integratore che può ridurre i sintomi della menopausa e alleviarne il dolore. La pianta da fiore è originaria del Nord America centrale e orientale, e il suo olio di semi è spesso usato per trattare i sintomi della menopausa, come le vampate di calore e la perdita ossea.

Tuttavia, i risultati dello studio sono abbastanza contrastanti: da una parte si è visto che l’olio non era più efficace di un placebo nel mitigare le vampate di calore, dall’altra, invece, era circa il 10% più efficace nel ridurre la gravità delle vampate di calore rispetto a un placebo.

Una revisione separata ha, inoltre, confrontato un integratore di calcio e un integratore combinato di olio di enotera, calcio e omega-3 per fermare la perdita ossea nelle donne in pre e post-menopausa. Entrambi i gruppi hanno mantenuto la densità minerale ossea, ma l’integratore di olio non è risultato più efficace del calcio.

Come si prende l’olio di enotera

L’olio di enotera è disponibile sotto forma di tappo in gel e olio in bottiglia. Gli esperti suggeriscono che gli adulti prendano 500 mg al giorno, tuttavia i pazienti devono consultare un medico prima di utilizzare l’olio; per tale ragione, si consiglia sempre di consultare il medico prima di assumere qualsiasi integratore anche se naturale.

Possibili controindicazioni ed effetti collaterali

L’uso a breve termine dell’olio è generalmente sicuro per la maggior parte degli adulti, e gli effetti collaterali riportati sono rari, ma possono includere nausea e mal di stomaco.

L’olio di enotera può interagire negativamente con alcuni farmaci per l’HIV; di conseguenza, è sempre opportuno parlare con il proprio medico prima di prendere questo integratore, soprattutto se si stanno assumendo altri integratori  o farmaci.

Oltre all’olio di enotera, anche i semi di soia che vantano un ricco apporto di isoflavoni e sono strutturalmente simili all’ormone estrogeno,  possono esercitare deboli effetti estrogeni nel corpo. Molti sintomi comuni della menopausa sono legati a un calo di questi ormoni Pertanto, si ritiene che la soia aiuti ad alleviare i sintomi grazie alle sue caratteristiche endocrine. Di contro, è sconsigliata però nei casi in cui si abbiano problemi di tiroide.

Gli studi associano un’elevata assunzione di soia a una ridotta incidenza di vampate di calore, ma pochissimi studi clinici su larga scala mostrano benefici significativi.

Una recente revisione di 95 studi su donne in menopausa ha scoperto che l’integrazione con isoflavoni di soia potrebbe influenzare favorevolmente la salute delle ossa, nonché la frequenza e la durata delle vampate di calore. Tuttavia, non è possibile garantire risultati specifici. Gli alimenti a base di soia sono molto sicuri e generalmente utili, a condizione che non si abbia un’allergia; anche in questo caso, però, sono stati individuati alcuni effetti indesiderati, come mal di stomaco e diarrea.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Ti potrebbe interessare:

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Lingue e Civiltà Orientali presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Ha diversi anni di esperienza nella comunicazione digitale. Appassionata di beauty, fitness, benessere e moda sostenibile.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook