Le lenticchie d’acqua potrebbero essere davvero una fonte di vitamina B12?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un gruppo di scienziati ha scoperto la presenza di vitamina B12 nelle lenticchie d’acqua, pianta acquatica della famiglia delle Lamiaceae.

I ricercatori di Parabel, azienda americana che vende integratori proteici, sono riusciti a produrre piante di Lemna minor dall’elevato contenuto di forme bioattive di vitamina B12: 100 grammi di pianta coltivata con il metodo idroponico ed essiccata conterrebbe infatti il 750% del fabbisogno giornaliero di B12.

Le piante, coltivate con il metodo idroponico, contengono adenosilcobalamina e metilcobalamina, forme bioattive della vitamina B12 e sono inoltre ricche di proteine, altre vitamine e minerali.
Poiché questa specie riesce a raddoppiare la propria massa nell’arco di pochi giorni, la sua coltivazione potrebbe rispondere all’esigenza delle persone che scelgono una dieta a base vegetale, in continuo aumento.

La vitamina B12 infatti è presente in forme disponibili per l’organismo umano solo negli alimenti di origine animale, dunque chi ha scelto uno stile di vita cruelty free deve ricorrere all’uso di integratori per non incorrere in una carenza.

Generalmente i supplementi di vitamina B12 sono di origine sintetica, mentre questo nuovo integratore sarebbe completamente naturale.

Oltre ad essere assunto come integratore, l’estratto di lenticchia d’acqua prodotto dalla società americana potrebbe essere inserito negli alimenti vegetali in cui la vitamina B12 non è presente.

L’azienda ha già iniziato a commercializzare l’estratto, con il nome di LENTEIN®, ma il prodotto non è stato ancora valutato dalla Food And Drug Administration (FDA) e sono necessari ulteriori studi per confermare la biodisponibilità della vitamina B12.

“I sistemi idroponici di Parabel rappresentano una piattaforma scalabile e potenzialmente rivoluzionaria per produrre alimenti vegetali altamente nutrienti che contengono forme di vitamina B12 bioattive.
Insieme ai partner, inizieremo a condurre studi di biodisponibilità per determinare l’efficacia delle lenticchie d’acqua come soluzione naturale a base vegetale per affrontare le carenze di vitamina B12” ha dichiarato Matthew Van Ert, Chief Scientific Officer di Parabel

Se le indagini confermassero gli studi preliminari, si tratterebbe del primo alimento vegetale fonte di vitamina B12 e la scoperta potrebbe rivoluzionare il mondo dell’alimentazione vegetariana e vegana, secondo i ricercatori.

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze e Tecnologie Erboristiche, redattrice web dal 2013, ha pubblicato per Edizioni Età dell’Acquario "Saponi e cosmetici fai da te", "La Salvia tuttofare" e "La cipolla tuttofare".
TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Sei su Instagram?

Le nostre foto +belle, le notizie che +ami, il tuo giornale sempre con te!

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook