@nadisja /123rf.com

Integratori di magnesio: possono davvero sviluppare tolleranza e perdere efficacia nel tempo?

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gli integratori di magnesio se usati troppo a lungo possono sviluppare assuefazione e perdere efficacia nel tempo? Scopriamo se è può succedere

Il magnesio è un minerale dagli innumerevoli effetti benefici per il nostro corpo. Agisce nel metabolismo di zuccheri, proteine e grassi, partecipa alla coagulazione del sangue, regola il Ph e i processi digestivi, favorisce il relax tanto da essere consigliato prima di coricarsi, aiuta a fissare il calcio nelle ossa e nei denti.

Ecco perché una sua carenza può provocare vari disturbi, dai crampi all’infiammazione fino agli sbalzi d’umore. L’impiego di integratori sembrerebbe la soluzione ideale ma in molti si chiedono se non ci sia il rischio di sviluppare tolleranza.

A tal proposito la dottoressa di chiropratica e medicina funzionale Stacie Stephenson ha dichiarato che non esistono al momento ricerche scientifiche che dimostrino lo sviluppo di tolleranza e assuefazione agli integratori di magnesio da parte delle persone che ne fanno uso. 

Il problema semmai potrebbe dipendere dal fatto che alcuni integratori minerali, per esempio al ferro o al calcio, competono tra loro per l’assorbimento. Ecco perché può succedere che improvvisamente gli integratori al magnesio non funzionino più come prima. Il miglior modo per capirlo è prendere nota di eventuali altri integratori assunti insieme ad essi e provare per un po’ a eliminarli, assumendo il magnesio da solo. 

Anche alcuni farmaci, per esempio bifosfonati, antibiotici e diuretici, secondo la dietista Amy Kimberlain, possono interagire o interferire se assunti insieme agli integratori di magnesio. E quindi è sempre consigliabile parlare con il medico per capire come e quando è meglio assumere il magnesio per beneficiarne completamente. 

Inoltre c’è da considerare che i soli integratori potrebbero non bastare, è sempre meglio associarli a cibi ricchi di magnesio, dai fagioli neri ai ceci, dalle lenticchie alle verdure di colore verde scuro come spinaci e cavoli. Anche altri alimenti contengono magnesio, per esempio avocado, yogurt magro, kiwi, more, lamponi, mandorle, noci, pinoli. E soprattutto il cioccolato fondente. 

Sul magnesio ti potrebbe interessare anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Laureata in Scienze dei Beni Culturali, redattrice web dal 2008 e illustratrice dal 2018, ha pubblicato per Giochidimagia Editore "Il sogno attraverso il tempo". Con SpiceLapis ha realizzato "Memento Mori, guida illustrata ai cimiteri più bizzarri del mondo".
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook