La Terra sta viaggiando attraverso le nuvole di polvere di antiche supernove

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Nelle profondità marine sono stati trovati i resti di antiche supernove, esplosioni di stelle che hanno lasciato traccia sul nostro pianeta svelando uno dei misteri del nostro sistema solare. A scoprirlo è stato un nuovo studio condotto dagli scienziati dell’Australian National University.

Gli elementi radioattivi prodotti dalle stelle massicce vengono espulsi nello spazio attraverso venti stellari ed esplosioni di supernova. Il nostro sistema solare si muove attraverso di esse.  Come se fosse una sorta di “rugiada cosmica” , un team di scienziati ha scoperto polvere radioattiva nelle profondità del fondale marino. Ed è quello che ha confermato il nuovo studio, che ha però scpoperto un fatto del tutto eccezionale, che ppotrebbe gettare nuova luce sui misteri che circondano il nostro sistema solare.

Secondo gli scienziati,  il nostro pianeta non solo in tempi remoti ma anche recenti – negli ultimi 33mila anni – si muove attraverso una gigantesca nube radioattiva prodotta da esplosioni stellari ben note, le supernovae. Così, ininterrottamente negli ultimi 33.000 anni, lo spazio ha lasciato la traccia di un raro isotopo del ferro derivante dalle antiche supernove: il ferro-60.

“Queste nuvole potrebbero essere i resti di una precedenti supernova, un’esplosione potente e super luminosa di una stella”, ha detto il professor Wallner che ha guidato lo studio.

I ricercatori hanno cercato in diversi sedimenti di acque profonde in due diverse località utilizzando l’estrema sensibilità dello spettrometro di massa dell’HIAF. Hanno trovato chiare tracce dell’isotopo ferro-60, che si forma quando le stelle muoiono in esplosioni di supernova.

Il ferro-60 è radioattivo, non è pericoloso per l’uomo e decade completamente entro 15 milioni di anni. Ciò significa che qualsiasi traccia trovata sulla Terra non solo si è formata molto più tardi del pianeta, 4,6 miliardi di anni fa, ma è anche arrivato qui dalle vicine supernove prima di stabilirsi sul fondo dell’oceano.

Il professor Wallner aveva  precedentemente trovato tracce di ferro-60 risalenti a circa 2,6 milioni di anni fa, suggerendo che la terra avesse viaggiato attraverso le nubi di vicine supernove. Sappiamo che nel corso di migliaia di anni, il sistema solare si è mosso attraverso una nube più densa di gas e polvere, nota come nube interstellare locale (LIC), le cui origini non sono chiare. Se questa nube si fosse originata negli ultimi milioni di anni da una supernova, conterrebbe ferro-60, quindi il team ha deciso di cercare sedimenti più recenti per scoprirlo.

Ma ciò che il team ha scoperto è stato davvero sorprendente. Il ferro-60 trovato nelle profondità marina risaliva a tempi molto recenti e riguardava un intero arco temporale di 33.000 anni.

La mancanza di correlazione con il tempo del sistema solare nell’attuale nube interstellare locale sembra porre più domande che risposte. In primo luogo, se la nuvola non è stata formata da una supernova, da dove proviene? E in secondo luogo, perché il ferro-60 è distribuito in modo così uniforme nello spazio?

“Ci sono documenti recenti che suggeriscono che il ferro-60 intrappolato nelle particelle di polvere potrebbe rimbalzare nel mezzo interstellare”, ha detto il professor Wallner. “Quindi potrebbe provenire da esplosioni di supernove ancora più vecchie, e ciò che misuriamo è una sorta di eco. Sono necessari più dati per chiarire questi dettagli”.

I risultati sono stati pubblicati sulla rivista  Pnas.

Fonti di riferimento: Australian National University, Pnas

LEGGI anche:

Polvere di supernova scoperta nella neve in Antartide: potrebbe avere 20 milioni di anni

Un’esplosione di stelle potrebbe aver provocato un’estinzione di massa sulla Terra

Siamo fatti di polvere di stelle di altre galassie

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook