Tauridi: una pioggia di stelle cadenti illumina il cielo di novembre

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Novembre, cielo delle meteore Tauridi. Sono queste, infatti, le meteore regine dell’undicesimo mese dell’anno (insieme alle Leonidi, attive nella seconda parte del mese). Famose per la loro incredibile durata (da metà settembre a dicembre), le Tauridi potranno essere osservate con facilità già dal 7 del mese, con picco previsto la notte dell’11.

Originate dai resti della cometa Encke e da detriti asteroidali, le meteore sono così chiamate perché il radiante, ovvero il punto da dove partono, è nella costellazione del Toro. Lo sciame è in realtà composto di due parti, che originano la corrente Nord e la Sud. Le orbite sono infatti leggermente differenti, determinando due differenti picchi di attività. Quest’anno, comunque, saranno osservabili quasi esclusivamente le Nord.

Il loro picco è previsto per il 12 del mese, quando la Luna sarà quasi assente (il 18 è prevista Luna Nuova), portando disturbo soltanto nelle ore che precedono l’alba (circa dalle 3h in poi). Ma il 7 e l’8 del mese potrebbe essere osservata la maggior frequenza delle Tauridi più luminose, poiché il 7 corrisponde al nodo orbitale originario della cometa. Vale dunque la pena affacciarsi dalla notte del 7 in poi (nella mappa il cielo dell’8 novembre alle 0.30 circa).

tauridi 8nov17 h0.30

Come spiega l’UAI, le Tauridi Nord mostrano frequenze variabili di anno in anno, producendo talvolta meteore luminose e grossi bolidi. Il radiante, osservabile per tutta la notte già dalla fine del crepuscolo serale, culmina verso la mezzanotte a quasi 70° di altezza.

Questo mese, inoltre, lo sciame sembra irradiarsi da un’area a pochi gradi a sud ovest delle Pleiadi, che renderanno lo spettacolo ancora più affascinante.

Pronti i desideri?

Roberta De Carolis

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook