Luna rosa: stanotte la superluna più grande e luminosa del 2020

Occhi rivolti al cielo per la Luna più grande e più vicina dell’anno: stanotte, a cavallo tra il 7 e l’8 aprile il brillante e luminoso spettacolo della superluna, assolutamente da non perdere. La Luna piena di aprile è chiamata Luna Rosa, prende il nome dal phlox selvatico, fiore molto diffuso in America. Un’occasione preziosa per godere della bellezza del cielo durante questa quarantena.

Il cielo ci regala sempre grandi soddisfazioni: questa notte alziamo gli occhi al cielo e guardiamo la Luna, sarà la più grande del 2020. Una Superluna da non perdere, sperando che arrivi davvero la rinascita per tutti.

Il termine Superluna, come sappiamo, non è ufficiale, bensì una denominazione comune per indicare una Luna piena che, trovandosi nel punto della sua orbita più vicino a noi (perigeo), appare più grande anche se non lo è davvero.

Questo 2020 è particolarmente ricco di superlune: abbiamo iniziato il 9 febbraio, poi ne abbiamo avuta un’altra il 9 marzo, ora c’è questa dell’8 aprile e ne aspettiamo un’altra il 7 maggio. Ma nessuna è stata o sarà come questa, la più vicina (e quindi apparentemente più grande) di tutto l’anno.

Il prossimo perigeo sarà raggiunto intorno alle ore 19:10 del 7 aprile, circa 8 ore prima della fase di piena. La distanza Terra – Luna sarà in quel momento di 356.908 km contro una media di 384.400 km. Sarà invece Luna piena alle ore 4:35 dell’8 aprile.

Per osservare al meglio lo spettacolo, tempo permettendo, è dunque consigliato affacciarsi nella notte tra il 7 e l’8 aprile e puntare gli occhi verso la costellazione della Vergine, sull’orizzonte Sud – Sud-Ovest (nella mappa il cielo dell’8 aprile alle 2 circa).

superluna 8 aprile 2020

Un curiosità: la Luna piena di aprile era chiamata Luna Rosa nella tradizione americana dal muschio rosa, o dal phlox selvatico, un fiore molto diffuso in America simile all’ortensia, con una particolare fioritura rosata che anticipa quella primaverile tipica degli altri fiori.

Tutti pronti?

Fonti di riferimento: Unione Astrofili Italiani

Leggi anche:

Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Sorgente Natura

I prodotti che non dovrebbero mai mancare in una lista nascita green

TuVali.it

150+ corsi online su Salute e Benessere, a partire da 5€ (in collaborazione con GreenMe)

Deceuninck

Finestre e serramenti in ThermoFibra: cos’è e quali sono i vantaggi della loro installazione

Mediterranea

Come prendersi cura delle mani dopo lavaggi frequenti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook