Le prime stelle cadenti del 2012: sono le Quadrantidi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il nuovo anno si apre con una spettacolare pioggia di stelle cadenti: la notte appena trascorsa è stato possibile scorgere, alzando il naso all’insù, le Quadrantidi, una pioggia di meteore proveniente dall’asteroide 2003 EH1. Dopo centinaia di anni di rotazione in orbita intorno al Sole, entreranno nella nostra atmosfera a 90mila miglia all’ora, bruciandosi a 50 miglia sopra la superfice terrestre.

A Gennaio, infatti, la Terra comincia a incontrare regioni sempre più dense delle polveri dell’asteroide e di conseguenza il numero delle meteore aumenterà gradualmente fino a raggiungere un picco che per poche ore, che può arrivare anche a contare 150-200 stelle candenti ogni ora.

Le Quadrantidi, spiega l’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), portano il nome della costellazione usata come riferimento nel passato, quella del Quadrante. Ma oggi la porzione di cielo interessata è quella di Boote. Proprio per questo, le meteore sono note anche con il nome di Bootidi.

“Il radiante è osservabile per tutta la notte, ma molto basso sopra l’orizzonte fino a mezzanotte, e alla massima altezza (+65° circa) verso l’alba”, dice l’l’Unione Astrofili Italiani (Uai). “Quest’anno la loro visione non sarà del tutto favorevole per il nostro Paese, dato che la maggior frequenza è attesa al mattino del 4 gennaio tra le 7h e le 8h, ovvero quando da noi sarà già giorno. Non del tutto sfavorevole però, poiché il numero delle Quadrantidi in genere raggiunge stabilmente per circa quattro ore valori superiori alle 100 meteore/ora e si mantiene sopra le 50 per quasi 10 ore”, spiegano gli astrofili.

Forse per osservare il picco è troppo tardi, ma le Quadrantidi, in realtà, sono ben visibili dall’1 al 6 di gennaio. In ogni caso, quindi, il consiglio è sempre quello di andare fuori città per godersi lo spettacolo, dove l’inquinamento luminoso non può ostacolare l’osservazione del primo spettacolo stellare dell’anno.

Roberta Ragni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Caporedattore di greenMe. Dopo una laurea e un master in traduzione, diventa giornalista ambientale. Ha vinto il premio giornalistico “Lidia Giordani”, autrice di “Mettici lo zampino. Tanti progetti fai da te per rendere felici i tuoi amici a 4 zampe” edito per Gribaudo - Feltrinelli Editore nel 2015.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook