Stelle cadenti, questa sera arrivano le Liridi: ecco come osservarle

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Atteso appuntamento, questa sera, con le stelle cadenti di Pasqua. Come ogni anno, tornano le Liridi, uno sciame di meteore attivo solitamente dal 15 al 28 aprile. E questa sera il picco: le stelle cadenti saranno infatti ben visibili dalla Terra.

Osservato per la prima volta dalle popolazioni cinesi, oltre 2.000 anni fa, lo sciame meteorico delle Liridi di solito non è molto appariscente, ma in alcune occasioni ha regalato spettacolo agli osservatori e agli appassionati, che hanno avuto la pazienza di attenderne il passaggio.

Un evento con cadenza annuale, visto che ogni anno in questo periodo la Terra attraversa la coda della cometa Thatcher (C/1861 G1). Ed è proprio l’incontro tra i frammenti della cometa e l’atmosfera terrestre a dare vita a queste scie luminose.

Come osservarle? In media, ogni ora è possibile vederne da 5 a 30 dai cieli di tutto il mondo. Non tantissime, in realtà, ma abbastanza da convincerci ad uscire di casa e a dedicarci per almeno mezz’ora all’osservazione del cielo. Occorre infatti aspettare che i nostri occhi si abituino al buio. Chi ha la possibilità, può spostarsi in luoghi meno illuminati, al riparo dalle luci artificiali e dall’inquinamento luminoso.

La pioggia di meteore di quest’anno sarà infatti particolarmente favorevole per via dell’assenza della luce lunare. Come luminosità, le meteore visibili questa sera saranno paragonabili alle stelle del Grande Carro, la costellazione dell’Orsa Maggiore, ma alcune potranno apparire ancora più luminose.

Per individuarle, occorre cercare la costellazione della Lira, da cui prendono il nome vista l’origine. Le meteore sembrano infatti provenire proprio dal cuore. In questo periodo dell’anno, la Lira è visibile a nord est nelle prime ore della notte, come mostra l’immagine di seguito:

lira

Altra chance di vedere stelle cadenti ad aprile si avrà tra qualche giorno. Questa volta toccherà alle alfa Bootidi che raggiungeranno il loro picco tra il 26 e il 27 aprile. Non molto numerose, in realtà, ma in grado di offrire spettacoli d’eccezione, con vere e proprie piogge intense in pochi minuti, com’è accaduto circa 30 anni fa, quando furono osservate oltre 100 stelle cadenti in appena 10 minuti.

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

Liridi, in arrivo le stelle cadenti di primavera. Ecco come individuarle

In arrivo due eclissi. E a Pasqua le stelle cadenti

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook