©maximusnd/123rf

Spettacolo in cielo: stasera la super congiunzione con il “gigante di ghiaccio” Nettuno in opposizione

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È appena iniziata una settimana imperdibile per gli amanti del cielo: stasera Nettuno raggiungerà l’opposizione al Sole e appena tre giorni dopo il meraviglioso triangolo Luna – Giove – Saturno brillerà nel firmamento. Naso all’insù!

Nettuno – si sa – è ai confini del Sistema Solare, quindi non osservabile a occhio nudo e in generale difficile da scorgere bene. Ma oggi sarà all’opposizione con il Sole (nella costellazione dell’Acquario), il che lo renderà particolarmente visibile e per l’intera durata della notte, in particolare ad Est dopo il tramonto, a Sud nelle ore centrali della notte e a Ovest prima dell’alba (nella mappa il cielo del 14 settembre alle 22.00 circa).

nettuno opposizione 14 settembre 2021

©Stellarium

Come spiega l’UAI, sarà comunque necessario l’uso del telescopio per poter individuare il pianeta, la cui luminosità è inferiore ai limiti accessibili all’osservazione ad occhio nudo, ma la condizione di opposizione renderà tutto molto più semplice.

Infatti, come spiega l’INAF, l’opposizione è un allineamento con il pianeta di turno (in questo caso Nettuno) che viene a trovarsi dalla parte opposta della Terra rispetto al Sole. Perché questo possa avvenire di notte occorre che il pianeta sia al di là dell’orbita terrestre, e in questa situazione il pianeta offre le migliori condizioni di osservazione dal momento che si trova alla minima distanza dalla Terra e rimane visibile per tutta la notte (per Nettuno visibilità – lo ribadiamo – comunque possibile solo tramite telescopio).

E, dopo aver visto un pianeta ai confini del Sistema Solare, avremo la possibilità di ammirarne tre tutti insieme, in un fantastico triangolo celeste, stavolta anche a occhio nudo, anche se per Saturno è sempre meglio almeno un binocolo.

Luna-Giove-Saturno congiunzione 17 settembre 2021

©Stellarium

Luna – Giove – Saturno: spettacolo gratis il 17 settembre, quando la suggestiva concentrazione di astri sarà visibile nel Capricorno (tempo permettendo) con la Luna al centro della costellazione tra il Gigante gassoso e il Signore degli Anelli (nella mappa il cielo del 17 settembre alle 23.30 circa).

Buona visione!

Fonti di riferimento: UAI

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Ènostra

“Libertà è autoproduzione”: con ènostra l’energia è rinnovabile, etica e sostenibile

Schär

Pasta madre senza glutine: tutto quello che devi sapere

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook