Stagione estiva: perché inizia oggi, che è il giorno più lungo dell’anno

sole solstizio

21 giugno comincia la stagione estiva! Oggi, infatti, è il solstizio d’estate, il giorno in cui il Sole raggiunge il punto più alto rispetto all’orizzonte, quindi quello più settentrionale, lungo il percorso apparente che ogni anno compie sullo sfondo della sfera celeste. Il solstizio di giugno segna così l’inizio astronomico dell’estate nell’emisfero settentrionale e l’inverno nel sud. Ma cos’è un solstizio? E perché qui l’estate comincia oggi?

Per la precisione, in Italia il solstizio d’estate cade alle ore 17:54 (15.54 UTC) di oggi. E, sempre a partire da questa giornata, i minuti di luce inizieranno a diminuire, fino ad arrivare al giorno più breve dell’anno e alla notte più lunga con il solstizio d’inverno, il prossimo 21 dicembre.

Dal 22 giugno, infatti, il picco del Sole inizierà di nuovo ad andare sempre più a sud e le giornate, che fino a oggi si erano progressivamente allungate, riprenderanno invece ad accorciarsi.

Perché oggi comincia l’estate?

Attenzione: è secondo gli astronomi che oggi ha inizio la stagione estiva, ma per i metereologi l’estate inizia ufficialmente qualche settimana prima. In ogni caso, il solstizio d’estate è quell’esatto momento in cui il Sole tocca il punto più elevato del suo moto apparente rispetto all’orizzonte (apparente perché il Sole, lo sappiamo, sta fermo e la Terra gira intorno ad esso e intanto ruota su se stessa. Per cui, lo spostamento del Sole nel cielo in realtà è dato dal movimento della Terra, viene detto “moto apparente”).

La parola solstizio deriva dal latino solstitium, unione di “Sole” e “sistere”, ossia “fermarsi”, ad indicare il fatto che il 21 giugno il Sole ci appare altissimo nel cielo e ci dà il massimo del suo irraggiamento.

In termini più scientifici, il Sole del solstizio di giugno è vicino alla cima, nel punto più a nord dell’analemma che è la figura geometrica ottenuta proiettando la sfera celeste sul piano meridiano del luogo di osservazione, utilizzata in alcuni orologi solari:

analemma nasa

Foto

A determinare i solstizi e gli equinozi è proprio il moto di rivoluzione della Terra intorno al Sole. L’equinozio è il momento in cui il piano dell’equatore celeste (la proiezione dell’equatore terrestre sulla sfera celeste) e quello dell’eclittica (il percorso apparente del sole nel cielo) si incrociano. Durante il solstizio, il piano dell’equatore celeste e l’eclittica sono alla loro distanza massima, e il Sole a mezzogiorno è alla massima o minima altezza rispetto all’orizzonte. Equinozi e solstizi sono utilizzati soprattutto per scandire proprio il cambiamento delle stagioni: la stagione estiva durerà fino al prossimo 23 settembre, data dell’equinozio d’autunno.

Il Doodle di oggi

doodle estate 2019

Anche Google celebra l’inizio della stagione estiva nell’emisfero settentrionale con un tenerissimo Doodle.

Per ricordare il solstizio, Big G ha infatti ha “dato” due occhi e una bocca sorridente alla Terra, con un albero di cocco e una panchina sulla spiaggia sopra la sua testa. Il tutto tra una miriade di stelle.

Il doodle di google è disponibile in quasi tutti i Paesi dell’emisfero boreale tranne Medio Oriente, Africa, Cina, Mongolia e Kazakistan; in tutt’Europa tranne Norvegia, Slovenia e Bielorussia.

Leggi anche:

5 idee per celebrare il Solstizio d’estate
6 cose che (forse) non sai sul Solstizio d’estate
Solstizio d’estate: il significato e come festeggiarlo
Solstizio d’estate: Stonehenge, le suggestive celebrazioni del 21 giugno

Germana Carillo

10 regali per i 10 anni di GreenMe

Scarica qui i regali che abbiamo scelto per te

Conto Deposito Esagon

Arriva il Conto Deposito che pianta gli alberi e riduce la CO2! Scopri di più>

corsi pagamento

seguici su facebook