Una pioggia di stelle cadenti saluta il nuovo anno: arrivano le Quadrantidi

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il 2021 inizia con i fuochi di artificio, ma non quelli pericolosi fatti da noi, ma quelli bellissimi della Natura: nelle notti del 2 e 3 gennaio è previsto infatti il picco delle Quadrantidi, che illuminano sempre i primi giorni dell’anno.

Dette anche Bootidi di gennaio, la loro origine è tuttora dibattuta: come spiega l’UAI, si ipotizza siano generate dalla cometa Machholz_1 oppure dalla cometa di migliaia di anni fa, dall’asteroide 2003_EH1 ma anche una cometa ora disintegrata. Di certo il picco di attività è in genere molto acuto con meteore molto luminose e di durata molto breve.

Quest’anno, purtroppo il picco è previsto nelle notti del 2 e del 3 gennaio, quando la Luna sarà particolarmente alta e brillante in cielo (luminosità fino a oltre l’80%). Inoltre, tecnicamente, la maggiore attività è attesa verso le 16 ora italiana, quando da noi sarà ancora giorno.

Ma non disperiamo: innanzitutto lo sciame è in realtà osservabile dall’1 al 6 del mese, quindi abbiamo diversi giorni per scorgere qualche stella cadente, inoltre, nell’Italia centro settentrionale il radiante (ovvero il punto da cui sembra che le meteore partano), situato a nord della costellazione del Boote, è visibile per tutta la notte (meglio dopo la mezzanotte).

Per le latitudini meridionali sarà invece un po’ più difficile perché il radiante tramonterà intorno alle 20 per poi sorgere nuovamente poco dopo. Quindi difficile, ma non impossibile. Teniamo poi conto che queste meteore non di rado mostrano dei bellissimi bolidi colorati ben visibili.

quadrantidi 3 gennaio 2021

©Stellarium

Quindi tutti occhi al cielo tra il 2 e il 3 gennaio e tra il 3 e il 4 (nella mappa il cielo del 3 gennaio alle 2.30). Abbiamo veramente bisogno di esprimere desideri per questo 2021 e le stelle ci aiuteranno.

Buon Anno con le stelle!

Fonti di riferimento: UAI

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
ECS

Ripartire in green: come alberghi e strutture ricettive possono rilanciarsi investendo sul turismo verde

ABenergie

Come scegliere e valutare il tuo gestore di energia luce e gas. Scarica la guida

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook