Pioggia di stelle cadenti, da questa sera due sciami di meteore da non perdere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

L’estate comincia nel migliore dei modi per gli amanti del cielo. A pochi giorni dall’avvio della bella stagione, infatti, abbiamo ammirato l’eclissi anulare di sole e l’eclissi penombrale di luna ma c’è un altro appuntamento da non perdere: due bellissimi sciami di meteore che quest’anno potrebbero offrire uno spettacolo davvero eccezionale, con la possibilità di ammirare anche 100 “stelle cadenti” ogni ora.

Le prossime notti potrebbero essere le più belle di giugno. Ad attenderci infatti sono due sciami, visibili per tutta la notte e con ottime condizioni di osservabilità vista anche l’assenza del disturbo lunare. Il nostro satellite naturale infatti il 21 giugno ha raggiunto la fase di novilunio, per cui nel corso di queste sere è un sottile falcetto crescente. Tra l’altro, esso tramonta durante la prima parte della notte, attorno alle 23.30, rendendo ancora più buio il cielo. Lo scenario perfetto per cercare di vedere un gran numero di meteore.

Dal 26 al 28 le Bootidi di giugno e le Scorpidi-Sagittaridi raggiungeranno il picco della loro visibilità.

Bootidi di giugno

Come spiega l’Unione Astrofili Italiani, le Bootidi sono una corrente irregolare che nel 1998 dopo decenni di inattività ha mostrato una inattesa ed eccitante apparizione (oltre 100 meteore/h) dovuta dal passaggio della Terra in una nube di residui della cometa Pons-Winnecke. Quest’anno tali meteore potranno essere avvistate dalle prime ore della notte, quelle che precedono la mezzanotte, fino alle prime luci dell’alba.

“Il radiante delle Bootidi di giugno, osservabile tutta la notte, raggiunge la massima altezza a oltre 80° sopra l’orizzonte dopo il crepuscolo serale e via via calante fino all’alba” spiega l’Uai.

Dove guardare? Sarà necessario cercare la costellazione del Boote, da cui le meteore sembrano partire. Essa si troverà in alto nel cielo, come mostra la mappa che segue, relativa alle 23 circa del 26 giugno. Col passare delle ore saranno visibili a Nord-Ovest.

bootidi giugno

©Stellarium

Scorpidi-Sagittaridi

Toccherà poi alle Scorpidi-Sagittaridi, che raggiungeranno la massima visibilità la notte tra il 27 e il 28 giugno. Come per le Bootidi, quest’anno  l’osservazione sarà particolarmente favorevoli.

Per individuarle, a farcu da guida saranno Giove e Saturno, entrambi poco distanti dalla costellazione del Sagittario. La mappa che segue mostra l’orizzonte sud-orientale alle 23.30 del 27 giugno.

mappa scorpidi

©Stellarium

Un doppio spettacolo da non perdere, già visibile anche da questa sera. Preparate i desideri!

Fonti di riferimento: Uai

LEGGI anche:

Da stasera pioggia di stelle cadenti proprio sul triangolo che dà il benvenuto all’estate

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Deceuninck

Come scegliere gli infissi giusti per una casa ecosostenibile

Cristalfarma

Meteorismo e pancia gonfia? Migliora la tua digestione con l’alimentazione e non solo…

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook