©allexxandar/123rf

Occhi al cielo! Non perdetevi lo spettacolo delle Geminidi, le stelle cadenti nate da un asteroide

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Tornano le Geminidi, le stupende e attesissime meteore d’inverno. Con il picco tra il 13 e il 14 dicembre, è uno spettacolo che non possiamo perdere!

Le Geminidi sono considerate uno degli sciami meteorici più spettacolari dell’anno: con un pizzico di fortuna è possibile avvistare nelle migliori condizioni fino a 120 meteore all’ora al picco. Quest’anno la Luna sarà purtroppo piuttosto luminosa ma questo sciame è davvero molto “potente”, quindi non perdiamoci d’animo.

Chiamate così dalla costellazione dei Gemelli perché le meteore sembrano emergere da questa costellazione nel cielo, le Geminidi – rarità – non sono associate a una cometa ma a un asteroide, il 3200 Phaethon, che impiega circa 1,4 anni per orbitare attorno al Sole.

Come spiega EarthSky, queste splendide stelle cadenti tendono ad essere bianche e veloci. E noi “settentrionali” siamo favoriti, perché questo sciame “preferisce” l’emisfero boreale (anche se è visibile anche in quello australe).

In una notte lontana dall’inquinamento luminoso, anche con la Luna luminosa per oltre il 77% e già sopra l’orizzonte al tramonto del Sole come quest’anno, possiamo sperare di catturare anche più di 50 meteore all’ora.

geminidi dicembre 2021

©Stellarium

Il nostro satellite, comunque, andrà verso ovest nel corso della notte, tra le stelle dei Pesci, tramontando intorno alle 4 del mattino ora locale. Questo lascerà un paio d’ore di oscurità prima dell’alba per restare soli con le meteore (nella mappa il cielo del 14 dicembre alle 5.45 circa).

Puntiamo quindi gli occhi verso i Gemelli, e in particolare in corrispondenza della stella Castore da dove sembra parta lo sciame. Ma non solo, perché potremo vedere stelle in ogni dove del cielo.

E ognuno di noi, su tutta la Terra, avrà lo stesso spettacolo.

Seguici su Telegram | Instagram | Facebook | TikTok | Youtube

Fonti: EarthSky / Timeanddate

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook