Il nono Pianeta del Sistema Solare esiste davvero, secondo la Nasa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Planet 9: potrebbe essere venti volte più lontano di Nettuno il nono pianeta del Sistema Solare, ma abilmente nascondersi dietro di questo, rendendosi invisibile ai telescopi. Secondo la Nasa la sua presenza è altamente probabile, ma gli esperti oggi sostengono che potrebbe essere molto difficile “inquadrarlo” a causa della sua posizione “scomoda”.

Il Sistema Solare è composto attualmente da 8 pianeti (4 gassosi e 4 rocciosi), 5 pianeti nani (tra cui Plutone, riconosciuto come tale nel 2006), i rispettivi satelliti naturali (tra i quali la nostra Luna) e molti altri corpi celesti minori. Ma potrebbe avere un fratello “timido” in più.

Questo pianeta infatti disterebbe 600 unità astronomiche (ovvero 600 volte la distanza tra la Terra e il Sole), quindi circa 90 miliardi di chilometri. A questa distanza i suoi “segnali di rilevabilità” sarebbero sarebbero 160.000 volte più deboli di quelli di Nettuno.

Kevin Luhman, astronomo della Pennsylvania State University, ha dichiarato al Washington Post che a 1.000 unità astronomiche un eventuale corpo celeste sarebbe un “muro di mattoni” (ovvero per nulla luminoso), quasi impossibile vedere con l’attuale tecnologia.

Ma la Nasa è certa che questo pianeta esiste. Già l’anno scorso gli astronomi insistevano su questo punto, sostenendo che esistono 5 osservazioni che non potrebbero essere spiegate attualmente in altro modo se non con l’esistenza di questo nono pianeta, il quale potrebbe avere una massa anche 10 volte superiore a quella della Terra.

L’affermazione seguiva i calcoli matematici effettuati l’anno precedente dalla California Institute of Technology (Caltech), che ne dimostrava l’esistenza solo per via indiretta, senza aver avuto la possibilità di “inquadrarlo sul serio”.

Quindi Planet 9 c’è ma non si vede. D’altronde sarebbe un pianeta che impiega tra i 10.000 e i 20.000 anni per compiere un’orbita completa attorno alla nostra stella contro i nostri 365 giorni e che non sembra proprio volersi mostrare, a meno che la nostra tecnologia non migliori sensibilmente.

Ma forse, chissà, è un bene per lui essere così distante da noi.

Roberta De Carolis

Foto: Come potrebbe essere il nono pianeta – Credit: ESO/Tom Ruen/nagualdesign via Nasa

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

ABenergie

Quando la tua tariffa di luce e gas ti fa risparmiare e pianta gli alberi

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Schär

Sei celiaco? Da Schär un test di prima autovalutazione dei sintomi da fare in pochi click

ABenergie

Gas Green: quando il tuo gas compensa la C02 piantando alberi in Italia e nel mondo

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook