Meteorite colpisce il tetto di una casa: tragedia sfiorata in Uruguay

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un meteorite attraversa il tetto di una casa e finisce sul letto. È successo in Uruguay a settembre ma la notizia è stata confermata solo adesso dall’Università della Repubblica dell’Uruguay. Per fortuna non ci sono vittime, solo tanta paura per gli abitanti.

Il meteorite si è schiantato a una velocità di 250 chilometri orari e oltre al letto ha danneggiato una TV, il 28 settembre scorso, sotto gli occhi attoniti dei proprietari della casa, che si trova nella città uruguayana di San Carlos – Maldonado.

La roccia spaziale pesa appena 712 grammi ed è caratterizzata da una densità di 3,4 grammi per centimetro cubo, simile a quella del diamante.

meteoriteUrugay1

Il giorno dopo, i proprietari dell’abitazione – che hanno chiesto di restare anonimi – hanno contattato un professore che insegna astronomia e fisica al liceo della città, Valentina Pezzano, che ha poi sottoposto il caso alla Facoltà di Scienze di Montevideo e al prof. Gonzalo Tancredi.

meteoriteUrugay3

meteoriteUrugay4

Dalle prime analisi è emerso che il meteorite potrebbe arrivare dalla fascia degli asteroidi presente tra Marte e Giove e prima di entrare nell’atmosfera viaggiava a 11 km/s. Successivamente ha subito un rallentamento fino a raggiungere la velocità di 70 m/s ossia 250 km/h.

meteoriteUrugay2

Circolano ancora poche immagini su quanto accaduto. Non è un evento che accade spesso. Il primo caso di un meteorite che ha colpito una persona si è verificato il 30 novembre 1954 in Alabama. Il meteorite Sylacauga, di 4 kg, ha attraversato il tetto e ha colpito Anna Hodges.

meteoriteUrugay5

Secondo gli esperti, in tutto il mondo nel corso degli ultimi 100 anni non sono stati segnalati più di 15 meteoriti finiti su case e aziende.

Per fortuna…

Francesca Mancuso

Foto: Meteorito de San Carlos

LEGGI anche:

PIOGGIA DI METEORITI IN RUSSIA NEI PRESSI DI IMPIANTI NUCLEARI

IN ANTARTIDE TROVATO UN METEORITE DI 18 KG

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook