@East Anglian Astrophysical Research Organisation

Frammento di meteorite ritrovato in un campo potrebbe rivelare le origini della vita sulla Terra

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un piccolo frammento di roccia trovato in un campo nel Gloucestershire nel Regno Unito poteva passare inosservato ma finito nell’impronta di un ferro di cavallo è stato notato dagli scienziati. Un esemplare praticamente unico che potrebbe contenere informazioni importanti sulla formazione del Sistema Solare e sulle origini della vita stessa.

Winchcombe (questo è il suo nome) non si è formato qui sulla Terra. A scoprirlo è stato Derek Robson, residente a Loughborough, dell’East Anglian Astrophysical Research Organisation (EAARO), in un campo del Gloucestershire, a marzo. Il piccolo frammento ha viaggiato per milioni di km dalla sua casa primordiale tra le orbite di Marte e Giove nella fascia degli asteroidi, prima di piombare sulla terra. 

Cacciato dalle interazioni gravitazionali o da una collisione tra asteroidi, ha colpito la nostra atmosfera. Ma potrebbe non essere un normale meteorite. Per questo, gli scienziati della Loughborough University stanno ora analizzando la piccola roccia spaziale color carbone per determinarne la struttura e la composizione, nel tentativo di rispondere alle domande sull’origine del sistema solare iniziale e della nascita della vita sulla Terra.

A rendere unica questa roccia è il fatto che, a una prima analisi, sembra non aver subito le violente collisioni cosmiche che la maggior parte dei detriti spaziali antichi hanno vissuto mentre si combinavano insieme per creare i pianeti e le lune del nostro sistema solare.

La struttura interna è fragile e vagamente legata, porosa con fessure e crepe. Non sembra aver subito un metamorfismo termico, il che significa che è stato seduto là fuori, oltre Marte, intatto, prima che uno qualsiasi dei pianeti fosse creato, il che significa che abbiamo la rara opportunità di esaminare un pezzo del nostro passato primordiale.

ha detto Shaun Fowler, specialista in microscopia ottica ed elettronica presso il Loughborough Materials Characterisation Centre (LMCC). Secondo gli scienziati, la composizione è diversa da qualsiasi cosa si possa trovare qui sulla Terra e potenzialmente diversa da qualsiasi altro meteorite mai trovato.

meteorite

@lboro

L’antica roccia è un raro esempio di condrite carboniosa, un tipo di meteorite che spesso contiene materiale organico. Meno del 5% dei meteoriti che cadono sulla Terra appartengono a questa classificazione. Identificare composti organici potrebbe avvalorare l’idea che i primi meteoriti trasportassero amminoacidi – gli elementi costitutivi della vita – per fornire la “zuppa primordiale” della Terra, dando origine alla vita.

Le condriti carboniose contengono composti organici tra cui gli amminoacidi, che si trovano in tutti gli esseri viventi, ha spiegato Derek Robson. 

Una roccia preziosa, che continuerà a essere esaminata per scoprire quali segreti nasconde.

Fonti di riferimento:  Loughborough University, EAARO,

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook