Affacciati alla finestra! Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno sono visibili tutti insieme

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Un evento da non perdere. Nel corso di queste notti sarà possibile ammirare ben 5 pianeti uno dopo l’altro. E a tenere loro compagnia saranno le Leonidi, uno degli sciami di meteore più attesi dell’autunno.

Durante il mese di novembre, i pianeti si stanno rivelando in tutto il loro splendore. Sarà possibile vederne 5: Mercurio, Venere, Marte, Giove e Saturno. Questi ultimi, domani, saranno anche i protagonisti di uno spettacolare triangolo col falcetto di luna crescente.

Giove, Saturno e la Luna

Si comincia con Giove e Saturno, i primi due pianeti osservabili, fin dalle prime luci della sera. Dalle 17 è possibile vederli a sud-ovest insieme alla luna, ma poco dopo il nostro satellite naturale tramonterà, attorno alle 19 circa. La mappa che segue mostra il cielo delle 18.

saturno giove luna

©Stellarium

Marte

Guardando dalla parte opposta del cielo, a est, dalle 17 sarà possibile notare Marte, facilmente distinguibile per il suo colore giallo-arancio. Il pianeta sarà osservabile fino alle 3 del mattino, quando tramonterà a ovest.

Mercurio e Venere

A chiudere questa processione di pianeti saranno Venere e Mercurio. I due corpi celesti saranno visibili a sud-est poco prima dell’alba, a partire dalle 5.45 del mattino.

venere mercurio

©Stellarium

Nella stessa porzione di cielo, sarà possibile ammirare anche le meteore Leonidi.

Tanti spettacoli in una sola notte, anche se per ammirare una congiunzione che veda protagonisti tutti e 5 i pianeti bisognerà aspettare il 2040, quando essi daranno luogo, l’8 settembre, alla “Grande Congiunzione” o “Congiunzione Dorata”. Quel giorno Marte, Mercurio, Venere, Saturno e Giove saranno visibili nella stessa piccola porzione di cielo notturno a soli 10º di distanza.

Intanto possiamo accontentarci di ammirarli a distanza di qualche ora nel corso di queste notti. Si attende inoltre il 21 dicembre di quest’anno, quando Giove e Saturno saranno vicinissimi, un evento che si ripete ogni 20 anni. I due giganti del nostro sistema solare passeranno a soli 0,06º l’uno dall’altro e saranno visibili brillando ad ovest. La congiunzione di dicembre sarà la più vicina dal 1623.

Fonti di riferimento: Uai, EarthSky

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
NaturaleBio

Cacao biologico naturale, in granella o in polvere: benefici e ricette per portarlo in tavola con gusto

Tua fibra energia

Luce, gas e fibra tutto incluso e a prezzo fisso ogni mese, la nuova frontiera della bolletta unica

Cristalfarma

Come gestire nel proprio piccolo disturbi d’ansia e stress di uno dei momenti storici più difficili

Schär

Celiachia o sensibilità al glutine? Come ottenere una corretta diagnosi

TryThis

L’app che ti fa divertire sfidando i tuoi amici anche durante il lockdown

ABenergie

Cosa fai dentro casa per risparmiare energia?

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook