Marte questa settimana più luminoso e vicino alla Terra di quanto non lo sarà per i prossimi 15 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Marte questa settimana dà spettacolo visibile ad occhio nudo: si avvicinerà alla Terra più di qualsiasi altro momento per i prossimi 15 anni. Appuntamento per il 13 ottobre 2020

2020 da brividi per Marte, che torna luminosissimo e vicino a noi. Il 13 ottobre sarà in opposizione e splenderà alla nostra vista, perfettamente osservabile ad occhio nudo (tempo permettendo). Occhi al cielo, sarà uno spettacolo da non perdere.

Era da luglio 2018 che il Pianeta Rosso non era atteso così vicino e luminoso in cielo e lo spettacolo si ripeterà, simile anche se non proprio identico, il prossimo 13 ottobre, quando l’astro per noi sarà un punto impossibile da non vedere da qui (a meno di nuvoloni). E in più, quest’anno come due anni fa, Marte sarà particolarmente vicino a noi come non lo sarà più per i prossimi 15 anni.

Come spiega EarthSky, all’opposizione un pianeta è proprio dalla parte opposta rispetto al Sole, sorge a est intorno al tramonto, sale al suo punto più alto nel cielo a mezzanotte e tramonta a ovest intorno all’alba.

marte opposizione 13 ottobre 2020

©EarthSky

Il prossimo 13 ottobre il fenomeno si verificherà per l’esattezza attorno alle 23 UTC, che si traduce in realtà alle ore 1 del 14 ora italiana, ma potremo goderci lo spettacolo comunque tutta la notte, se il tempo sarà clemente (nella mappa il cielo del 13 ottobre alle 23.50 circa).

marte opposizione 13 ottobre 2020

©Stellarium

Le opposizioni su Marte si verificano circa ogni due anni, perché la Terra impiega un anno per orbitare attorno al sole e Marte circa due, quindi ogni due anni circa guadagniamo un giro su Marte, passando tra questo e il Sole.

Ma non tutte le opposizioni di Marte sono uguali e quella del 2020 sarà la più bella almeno fino a quella che si attende il 15 settembre 2035. Infatti sarà “quasi” un’opposizione extra vicina (meno di 60 milioni di km), che avviene quando la Terra si pone tra Marte e il Sole con Marte vicino al perielio (il punto di minima distanza dalla nostra stella).

L’ultima fu appunto nel 2018, la prossima sarà nel 2035. Ma il 13 ottobre ci siamo quasi, perchè avremo un’opposizione di 62,07 km.

Non possiamo mancare!

Fonti di riferimento: Earthsky

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook