©tomertu/123rf

Occhi al cielo! La Luna Piena del Raccolto darà spettacolo stasera

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Torna la luna piena alle porte dell’autunno: la Luna Piena del Raccolto, sarà alta nel cielo nella notte tra il 20 e il 21 settembre, poco prima dell’equinozio d’autunno. A pieno titolo, dunque, sarà il nostro satellite a salutare l’estate.

L’estate 2021 ha visto tornare la Luna Blu, che abbiamo ammirato il 22 agosto, proprio perché quella in arrivo è la quarta luna piena in un’unica stagione che normalmente ne contiene 3.  Per meno di 24 ore, tra l’altro, perché il nostro satellite sarà in fase di piena il 21 settembre all’1.54 ora italiana, mentre l’equinozio d’autunno è atteso il 22 settembre alle 21.21.

Questa meravigliosa luna è quindi davvero la Luna del Raccolto, nome propriamente riferito alla Luna piena più vicina al momento di passaggio tra l’estate e l’autunno. Ogni 3 anni circa questa luna cade invece nel mese di ottobre, come avvenuto nel 2020, quando è sorta in cielo l’1 ottobre (nella mappa il cielo del 21 settembre 2021 alle 2 circa).

luna piena del raccolto 21 settembre 2021

©Stellarium

I nativi americani la chiamavano così perché il grande lavoro di raccolta poteva essere prolungato anche di notte sotto la luce della Luna piena, che quindi era molto amata. In particolare questo nome viene attribuito alla tribù degli Algonchini, la più numerosa, ma questa non era l’unica e infatti altre tradizioni si affiancano e a volte si sovrappongono: la Luna del Raccolto è chiamata per esempio anche Luna del Mais, perché uno dei prodotti di settembre era proprio il mais.

E c’è di più. Come spiega EarthSky, in media, la luna piena sorge intorno al tramonto, circa 50 minuti dopo ogni giorno (e anche fino a 73 minuti in realtà). Ma quando una luna piena arriva vicino a un equinozio d’autunno, la luna nelle notti successive sorge più vicino all’ora del tramonto (alba anticipata).

Questo perché intorno all’equinozio d’autunno l’orbita del nostro satellite è “più parallela all’orizzonte”, e quindi il rapporto con l’orizzonte orientale da dove sorgono i corpi celesti non cambia molto di giorno in giorno.

Per le latitudini medio-temperate, in particolare, circa 20-25 minuti dopo ogni giorno per diversi giorni prima e dopo la luna piena del raccolto. Tale differenza potrebbe non sembrare molto, ma in realtà significa che, nelle notti dopo una Luna piena del Raccolto, il nostro satellite sorge a est relativamente presto dopo il tramonto, il che potrebbe risultare in un suggestivo spettacolo (tempo permettendo), ovvero un incredibile chiaro di luna ad inizio serata (un motivo in più che avevano i nativi americani per amarla, visto che rendeva le notti di raccolto meno buie).

Per latitudini settentrionali molto elevate, invece, c’è ancora meno tempo: ad esempio, ad Anchorage, in Alaska (61 gradi di latitudine nord) la luna sorgerà quasi alla stessa ora per una settimana.

Non prendiamo impegni in questa ultima notte d’estate, guardiamo il cielo!

Fonti di riferimento: EarthSky

Leggi anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook