La luna piena del lupo regala un’eclissi da non perdere

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Luna piena del Lupo, stasera 10 gennaio, con un’imperdibile eclissi osservabile dall’Italia. Lo spettacolo sarà in orario comodo e, in presenza di un cielo sereno, assicurato. L’eclissi sarà penombrale, quindi la Luna sarà ancora visibile ma “sbiadita”.

La Luna piena di gennaio è chiamata Luna del Lupo nella tradizione dei nativi americani a causa del forte legame di questa Luna con i lupi: questi splendidi animali, infatti, si aggiravano affamati nei freddi paesaggi innevati del pieno inverno.

Comunque, altri nomi erano diffusi in diverse tribù: Vecchia Luna o la Luna dopo Yule: Yule è il nome che veniva dato nel mondo germanico al solstizio d’inverno (la tradizione druidica parla invece di Alban Arthan, la festa della Luce di Re Artù). Qualcuno, inoltre, chiamava la Luna piena di gennaio anche Luna piena della Neve, strettamente legata al periodo invernale, ma in realtà era più frequentemente chiamata così quella di febbraio.

E quest’anno questa stupenda e “famosa” luna piena ci regala uno spettacolo in più, l’eclisse penombrale: meno evidente dell’eclisse “classica” ma non meno affascinante, è così chiamata perché la Luna transiterà solo per la penombra della Terra, senza essere occultata dall’ombra. Il disco del nostro satellite, in fase di piena, sarà dunque ancora visibile, ma “sbiadito”.

luna piena lupo eclissi 10 gennaio 2020

Foto: Timeanddate

Il fenomeno inizierà alle il 10 gennaio alle 18,07 per terminare 22.12, con il picco massimo atteso alle 20.10 (ore italiane). Orari ottimi per la visibilità dell’eclisse (tempo permettendo), perché la Luna sarà sempre sopra l’orizzonte.

luna piena lupo eclissi 10 gennaio 2020

Foto: Timeanddate

Comunque, per chi non ha possibilità o voglia, di seguire l’evento dal vivo (sempre meglio chiaramente) è stato attivato anche un servizio streaming che immortalerà tutta l’eclissi per tutte le sue fasi.

luna piena lupo eclissi 10 gennaio 2020

Nella mappa il cielo del 10 gennaio alle 20.10 circa, quando è atteso il picco.

Buona visione!

Roberta De Carolis

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook