Pioggia di Leonidi: potresti vedere fino a 15 stelle cadenti l’ora (luna e nuvole permettendo)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Novembre sotto le stelle: potremmo vedere fino a 15 meteore l’ora (luna e nuvole permettendo) grazie alle Leonidi, con picco atteso la notte tra il 18 e il 19 novembre. Non un periodo di cieli sereni, e purtroppo disturbo lunare, ma mai perdere la speranza. Lo spettacolo potrebbe essere notevole.

Come spiega l’Uai, Le Leonidi sono originate dalla cometa Tempel Tuttle e il radiante, situato nella costellazione del Leone da cui prendono il nome (in particolare la stella gamma Leonidi), è osservabile da mezzanotte circa fino all’alba. La loro attività è spesso imprevedibile: a volte, come nel 1998 e nel 2002, oltre alla normale frequenza si osservarono degli incredibili bolidi, quindi vale sempre la pena di puntare gli occhi al cielo in questi giorni dell’anno.

Purtroppo però (o per fortuna per chi la ama) sarà molto luminosa anche la Luna, raggiungendo una visibilità del 70% al picco, ma in fase calante, quindi è possibile che (tempo permettendo) si potranno vedere stelle cadenti anche nel giorni successivi, teoricamente fino al 30 del mese.

E comunque non è detta l’ultima parola. Nel 1998 c’era infatti un motivo molto preciso per il quale la frequenza non è stata quella “normale”: la cometa Tempel-Tuttle, infatti, è transitata al perielio, il punto più vicino al Sole, che ha dunque “sciolto” i frammenti, regalandoci lo spettacolo. Nel 2002 invece non era quella la situazione, ma qualche bolide fu visto comunque, quindi chissà.

leonidi stelle cadenti 19 novembre 2019

Nei giorni di massima, che iniziano proprio questa notte per raggiungere il picco quella del 18, possiamo attenderci anche 15 meteore l’ora, che non è affatto poco (nella mappa il cielo del 19 novembre alle 0.30 circa). Si tenga conto che le Geminidi, le stelle cadenti più famose di inverno, previste a dicembre, sono attese con frequenza intorno alle 20 all’ora (a volte 30, non sempre).

Occhi al cielo (e desideri a mente), magari qualche notte in più per non perderci veramente nulla.

Roberta De Carolis

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Coripet

Meno plastica con le bottiglie realizzate in PET riciclato, Bottle to Bottle di Coripet premia te e l’ambiente

Instagram

Seguici anche su Instagram, greenMe sempre a portata di mano

Seguici su Instagram
Seguici su Facebook