Hubble festeggia i suoi 22 anni con la foto più bella della nebulosa della Tarantola

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Hubble, famoso telescopio spaziale, il prossimo 24 aprile celebrerà i 22 anni di attività. E per festeggiare ci ha regalato un‘immagine mozzafiato della nebulosa 30 Doradus, detta anche Nebulosa della Tarantola, una regione ricca di stelle in formazione, all’interno della Grande Nube di Magellano.

Nel bel mezzo di quest’area si trova un giovane ammasso stellare di soli 2-3 milioni di anni, chiamato NGC 2070. All’interno del suo nucleo vi sono alcune speciali stelle, le più massicce mai scoperte, con una massa che può superare di 100 volte quella del nostro Sole.

Distante 170 mila anni luce da noi, la Nebulosa della Tarantola è una piccola galassia satellite della Via Lattea, ma è anche la regione più luminosa del nostro vicinato galattico. La nuova immagine fornita dal telescopio spaziale Hubble comprende uno dei più grandi mosaici mai realizzati ed è stata realizzata grazie alle osservazioni effettuate dalla Wide Field Camera 3 di Hubble e dall’Advanced Camera for Surveys.

La spettacolare fotografia è stata resa nota due giorni fa dalla NASA ed dallo Space Telescope Science Institute (STScI) di Baltimora proprio per celebrare il 22° anniversario di attività di Hubble. Hubble infatti è in orbita dal medesimo giorno del 1990. Da allora ci ha regalato tante e stupefacenti immagini del nostro universo.

Come si legge su Wired.com, siamo di fronte ad una situazione molto rara, visto che non è facile trovare all’interno della Via Lattea zone ancora così giovani e produttive. Anche se 30 Doradus non è poi così vicina, Hubble è stato in grado di immortalare le singole stelle all’interno della regione, permettendo agli astronomi di studiarne la vita. Come sappiamo, le stelle nascono quando una massa di gas e polveri collassa sotto il proprio peso. Il centro di questa massa attira gravitazionalmente più materiale. E il materiale addizionale aumenta la densità e la temperatura nella regione centrale. Infine, la stella “si accende” rilasciando grandi quantità di calore ed energia. Ed è quello che sta avvenendo nella Nebulosa della Tarantola.

Uno spettacolo di fuochi d’artificio per festeggiare degnamente il compleanno di Hubble.

Hubble è stato il primo strumento scientifico al mondo ad aver fatto le osservazioni astronomiche che ci permettono di svelare i misteri dell’universo“, ha dichiarato John Grunsfeld, amministratore associato lo Science Mission Directorate della Nasa a Washington. “Per celebrare il 22esimo compleanno di Hubble, la nuova immagine della regione 30 Doradus, il luogo di nascita di nuove stelle, è più che una semplice foto ricordo”.

Francesca Mancuso

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Orto d’Autore

Come scegliere una marmellata buona e di qualità

Misura

In arrivo più di 13mila nuovi alberi in Italia, dai calanchi di Matera all’agricoltura urbana di Milano

Miomojo

Le borse vegan tutte italiane realizzate con “pelle di cactus” e scarti delle mele

Naturale Bio

Tè matcha per restare in forma: come introdurlo nella propria dieta

Cristalfarma
NaturaleBio
Seguici su Instagram
seguici su Facebook