@123rf/zilber42

È il giorno della superluna di “sangue”: come ammirarla (anche dall’Italia)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

È il 26 maggio, il giorno che gli appassionati del cielo attendono da tempo. È il giorno della superluna e dell’eclissi totale. Un doppio spettacolo che promette di affascinare chi avrà la possibilità di ammirarlo. 

Purtroppo l’Italia non sarà tra i fortunati visto che dal nostro paese l’eclissi totale di luna non sarà visibile ma potremo comunque seguire in streaming l’evento. Oggi il nostro satellite naturale raggiungerà la fase di plenilunio alle 13.14. In quel momento si troverà a una distanza di 357.462 km dalla Terra. Poche ore fa, invece, alle 03:52 essa ha raggiunto il perigeo, la minima distanza dal nostro pianeta per tutto il 2021: era a soli 357. 309 kma da noi. In ogni caso, questa sera sarà visivamente più grande anche guardandola a occhio nudo.

Ma lo show non è affatto finito. Questa mattina la luna sarà eclissata dal cono d’ombra della Terra e sarà la protagonista di una spettacolare eclissi totale, non visibile in Italia. La fase totale è osservabile infatti in Asia, Australia, Oceano Pacifico, Nord e Sud America.

eclissi luna

@123rf/ Piotr Mitelski

Come ammirare lo spettacolo anche dall’Italia

Sarà possibile vedere l’eclissi totale in streaming su vari siti. Eccone alcuni

  • Agenzia spaziale europea, che osserverà l’eclissi da due località in Australia (a partire dalle 09:30 UTC, 11.30 ora italiana);
  • Virtual Telescope Project a Roma (che mostra viste in diretta da Australia, Nuova Zelanda e Americhe a partire dalle 10:00 UTC – 12.00 ora italiana-, e un altro live streaming alle 19:00 UTC – 21.00 ora italiana – che mostra la superluna su Roma;
  • Griffith Observatory di Los Angeles (lo streaming inizia alle 08:45 UTC, 11.45 ora italiana).

Fonti di riferimento: Uai, NasaHeavens Above

LEGGI anche:

 

 

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook