Quando e come ammirare l’eclisse anulare di Sole del 26 dicembre

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

In medio ed estremo Oriente in cielo brillerà un anello di fuoco: il 26 dicembre, tempo permettendo, i più fortunati ammireranno lo spettacolo dell’eclisse anulare di Sole. Per noi, qui in Italia, è comunque già programmata la diretta streaming. Da non perdere.

Arabia Saudita, Oman, India meridionale e parte dell’Indonesia: queste le terre emerse che vedranno in cielo il Sole oscurarsi quasi completamente, con solo la corona esterna visibile. Lo scenario sarà un vero e proprio anello di fuoco, che non potrà lasciare indifferenti chi potrà godere della sua visione.

Parzialmente visibile in Europa orientale, gran parte dell’Asia, Australia nord-occidentale, Africa orientale, Oceano Pacifico e Indiano, non sarà purtroppo osservabile qui da noi, che potremo comunque collegarci alla diretta streaming che seguirà tutto l’evento.

Cos’è l’eclisse anulare di Sole

L’eclisse anulare di Sole è un’eclisse di Sole a tutti gli effetti, quindi dovuta alla luna, posta in mezzo tra Sole e Terra con tutti e tre gli astri perfettamente allineati, che proietta la sua ombra sul nostro Pianeta, dal quale vedremo la nostra stella oscurata (se con allineamento non perfetto, solo in modo parziale).

Si parla però di eclissi anulare quando la Luna è particolarmente lontana da noi: in questi giorni il nostro satellite si trova più vicino al suo apogeo (il punto di massima distanza dalla Terra), il che la fa apparire più piccola del 3% rispetto al Sole se vista da qui. Per questo il Sole non sarà del tutto oscurato, ma apparirà coperto solo per gran parte del disco centrale, lasciando scoperta la parte esterna. Risultato? Un incredibile e affascinante anello di fuoco nel firmamento.

Quando e come ammirare l’eclisse anulare di Sole del 26 dicembre 2019

eclisse anulare sole 26 dicembre 2019

Foto: Timeanddate

La prossima eclisse anulare di Sole inizierà il 26 dicembre 2019 alle 3.29 e terminerà alle 9.05 ora italiana, raggiungendo il picco alle 6.17, quando in cielo si vedrà un disco nero circondato da una corona di fuoco.

Piena notte per noi, dunque, e purtroppo solo in diretta streaming se non avremo la fortuna di trovarci nelle zone di visibilità dal vivo (in questo caso è necessario munirsi di opportuni filtri realizzati ad hoc). Lo spettacolo merita però davvero uno sforzo, per un Santo Stefano speciale.

Curiosità: come tutte le eclissi di sole anche questa avviene entro due settimane da un’eclisse lunare: questo è dovuto alle orbite degli astri, che, se si trovano in condizioni tali da produrre eclissi, ne producono almeno due, una di sole e una di luna.

Non poteva mancare quindi anche stavolta: il 10 gennaio 2020 è infatti prevista un’eclisse penombrale di luna. Meno spettacolare dell’eclisse “classica” ma non meno affascinante, è così chiamata perché la Luna transiterà solo per la penombra della Terra, senza essere occultata dall’ombra. Il disco del nostro satellite, in fase di piena, sarà dunque ancora visibile, ma “sbiadito” (cosa ottima però: lo spettacolo sarà osservabile anche qui in Italia).

Buona visione!

Leggi anche:

Cover: NASA/Hinode/XRT

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Mediterranea

Olio di oliva e materie prime a km0: come nasce una crema Mediterranea

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook