Marte-Saturno e Venere-Giove: in arrivo lo spettacolo di fine agosto

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Gran finale di agosto: in arrivo le congiunzioni Marte-Saturno e Venere-Giove

Agosto: il mese delle congiunzioni in questo 2016, oltre che delle tradizionali stelle cadenti. Dopo il quadrilatero Luna-Marte-Saturno-Antares, Marte e Saturno tornano in congiunzione, la sera del 25 agosto alla minima distanza angolare, nella costellazione dell’Ofiuco, ancora con Antares nei pressi a formare, di fatto, un triangolo.

E due sere dopo, il 27, arriva una congiunzione tanto difficile da osservare quanto spettacolare, Venere-Giove.

Finale di mese spettacolare in cielo dunque. Il 25 Marte e Saturno saranno alla loro minima distanza angolare, in una congiunzione piuttosto facile da osservare. La stella Antares resta nei paragi, formando un triangolo con i pianeti allineati. Come si vede nella mappa (cielo del 25 agosto alle ore 22 circa) il tutto avviene nella costellazione dell’Ofiuco.

LEGGI anche:­­­­­­­ MARTE A GIUGNO DÀ SPETTACOLO: COME OSSERVARE IL SUGGESTIVO TRIANGOLO CON SATURNO E ANTARES

marte saturno 25ago h22

Il 26 del mese lo scenario non sarà molto diverso, quindi sarà possibile, eventualmente, una nuova osservazione. Ma soprattutto, il 27 arriva la congiunzione Venere-Giove. I pianeti, purtroppo, sono entrambi molto vicini all’orizzonte, quindi l’osservazione potrebbe non essere facilissima, ma talmente bella da far valere la pena provare in tutti i modi.

Si potrà tentare l’osservazione quando i pianeti saranno a circa 5° di altezza sull’orizzonte occidentale, il che avviene però quando il cielo è ancora illuminato dalle luci del crepuscolo. Come osserva l’UAI, saranno chiaramente favorite le località con l’orizzonte privo di ostacoli, ad esempio sulla costa tirrenica.

Come si vede nella mappa (27 agosto h 21 circa), Venere e Giove si trovano nella costellazione della Vergine e sono in realtà “uno dietro l’altro” e talmente vicini da non riuscire a distinguersi chiaramente. In realtà, non lontano loro, ma molto meno luminoso e ancora più basso, quindi praticamente inosservabile, si trova anche Mercurio.

venere giove 27ago h21

Pronti con occhi e telescopio?

Roberta De Carolis

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook