Cometa Swan oggi alla distanza minima dal sole, se non si disintegra sarà la più luminosa del secolo

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Oggi potrebbe essere l’ultima chance per ammirare l’attesa cometa Swan. Questo ammasso di ghiaccio e polveri oggi 27 maggio raggiungerà la distanza minima dal sole, il perielio, e potrebbe disintegrarsi.

Il suo corpo potrebbe dissolversi o disintegrarsi a causa della vicinanza e di conseguenza del calore del sole. Ma se riuscisse a passare indenne potrebbe rivelarsi uno spettacolo, diventandola cometa più luminosa di tutto il 2020.

Le comete sono ammassi di ghiaccio, roccia e gas che percorrono la maggior parte delle loro orbite lontano dal sole. Ma man mano che si avvicinano alla nostra stella, i loro strati di ghiaccio iniziano a sublimare e producono spettacolari code luminose che possono allungarsi per milioni di km. E’ quello che potrebbe accadere ma è impossibile fare previsioni.

Gli osservatori di tutto il mondo stanno seguendo le sorti di Swan che qualche ora fa ha “postato” sul suo profilo Twitter di stare bene e di trovarsi nella Costellazione di Perseo:

Al momento la cometa non è più visibile a occhio nudo ma si spera che possa tornare a esserlo dopo aver oltrepassato il sole.

“Aspettiamo questa opportunità da mesi, ora Virtual Telescope è pronto per offrirti questa vista superba. Osserveremo la cometa C / 2020 F8 Swan grazie ai nostri telescopi robotici, condividendola dal vivo con il mondo, via Internet, rendendo possibile individuare questa palla di neve cosmica da casa tua” si legge sul sito del Virtual Telescope.

Qui sarà possibile seguire il cammino della cometa in diretta, mentre raggiungerà il perielio. La diretta avrà inizio alle 21 ora italiana (19 UTC), quando Swan sarà vicina alla sua massima luminosità.

Per seguire la diretta clicca qui

Fonti di riferimento: Virtual TelescopeTwitter/Swan

LEGGI anche:

Swan raggiunge il suo picco: come ammirare la cometa dell’anno

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook