Cometa Neowise agli sgoccioli: ultimi giorni per ammirarla. Poi tornerà tra 6700 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

La sua coda ormai è lunghissima, anche 15-20° e la sua immagine si sta pian piano affievolendo. La cometa Neowise sta iniziando a diventare sempre meno visibile a occhio nudo, ma avremo ancora circa una settimana per ammirarla. Poi non ne avremo più occasione visto che tornerà dalle nostre parti tra circa 6mila anni.

Ci ha lasciati a lungo col naso allì’insù, ci ha buttati giù dal letto in piena notte, ma ora il cammino di Neowise, almeno per quello che ci riguarda, è prossimo alla fine. La cometa è ormai visibile in orari serali e ieri 23 luglio ha raggiunto la distanza minima dalla Terra, 104 milioni di km.

Poi volerà via come sta già facendo allontanandosi sempre di più da noi e dal Sole ma la cometa sarà ancora osservabile di sera fino all’inizio di agosto.

“In ogni caso, visto che l’altezza sull’orizzonte non sarà mai elevata, bisognerà armarsi di un piccolo binocolo e osservare da luoghi senza luci artificiali. Essendo relativamente brillante, le soddisfazioni non dovrebbero mancare. Tuttavia si tratta sempre di una cometa, quindi l’andamento della luminosità non è prevedibile con certezza: approfittate dei cieli sereni di luglio e andate a caccia della Neowise!” spiega dell’Istituto Nazionale di Astrofisica.

Per individuarla, bisognerà guardare a nord-ovest a partire dell 21.30 usando come guida la costellazione dell’Orsa Minore.

Per saperne di più sulla cometa Neowise leggi il nostro approfondimento:

“Il periodo di visibilità circumpolare durerà fino al 23 luglio, poi la visibilità serale prevarrà definitivamente su quella mattutina per l’effetto combinato dell’allontanamento della cometa dal Sole e il moto orbitale della Terra” prosegue l’Inaf.

Se siete riusciti a immortalare Neowise, inviate le vostre foto nei commenti!

Fonti di riferimento: Nasa, Inaf

LEGGI anche:

Cometa Neowise: dal Gargano al Gran Sasso, lo spettacolo nei cieli che ti farà venire voglia di vederla

Cometa Neowise, che meraviglia! Le immagini più belle dall’Italia, dal mondo e…dallo spazio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Mediterranea

Siero viso anti-age con buon Inci: la prova prodotto di Olive Mediterranea

Deceuninck

L’importanza della luce naturale in casa e come ottenere giochi di luce con qualche accortezza

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook