Comete e stelle cadenti: Lovejoy e Quadrantidi illuminano il cielo di gennaio (VIDEO)

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Epifania. Pioggia di stelle nel cielo di gennaio: le Quadrantidi hanno attraversato il nostro firmamento con un massimo nella notte tra il 3 e il 4 gennaio mentre ci prepariamo al picco della cometa Lovejoy previsto per il prossimo 7 gennaio.

Con la Luna piena di oggi le stelle cadenti sono parzialmente disturbate, anche se fortunatamente verso mattina il satellite era sopra l’orizzonte piuttosto basso, consentendo una discreta osservazione. La cometa si prevede invece davvero spettacolare.

Il prossimo mercoledì dunque occhi puntati in cielo, perché proprio in questa data la cometa sarà maggiormente vicina alla nostra Terra a circa 70 milioni di chilometri. Successivamente l’astro tenderà ad allontanarsi, ma sarà possibile vederlo fino alla metà del mese di febbraio. Se le Quadrantidi dunque ci hanno parzialmente deluso, tra poco potremo essere pienamente ripagati.

Con una buona vista la cometa è visibile anche ad occhio nudo, per quanto sarà brillante. Ma il nemico è sempre lo stesso: l’inquinamento luminoso. Quindi allontaniamoci dalle città, che con le loro luci artificiali coprono gli spettacoli che ci regala la natura. Immergiamoci in spazi aperti, senza smog né lampioni, e stendiamoci in attesa che i nostri occhi si abituino al buio. Un binocolo comunque potrà essere utile.

Di giorno in giorno, la cometa è sempre più alta nel cielo. Intorno alle 21.30 si trova verso sud, nella costellazione dell’Eridano, in basso e sulla destra rispetto alla costellazione di Orione. Il 7 gennaio, momento in cui sarà più vicina, sarà 20 gradi a destra della cintura di Orione, ed è quindi guardando verso di là potremo ammirarla.

Anche oggi 5 gennaio Lovejoy potrebbe essere ammirata. Buona visione.

Roberta De Carolis

LEGGI anche:

Comete, superluna rossa ed eclissi: spettacolo nel cielo del 2015

Lovejoy: le più belle immagini della #cometa di #Natale

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Schär

Quando il senza glutine incontra il biologico: nasce la linea Schär BIO

Quercetti

Questi giocattoli sono riciclabili e organici: stimolano la fantasia e insegnano a rispettare l’ambiente

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook