La cometa Atlas in volo verso la Terra e visibile a occhio nudo: dove e quando

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Il suo nome non è facile da ricordare: C/2019 Y4 ATLAS. Meglio nota come cometa Atlas, questo ammasso di ghiaccio e polvere si sta avvicinando velocemente al sole e di conseguenza anche alla Terra. Se le condizioni rimarranno così favorevoli, a fine maggio riusciremo a vederla anche a occhio nudo.

Il cielo di questo inizio di primavera continua a regalare uno spettacolo dopo l’altro. Questa volta però dovremo avere pazienza e aspettare un paio di mesi per ammirare la cometa.  Scoperta dalla survey ATLAS (Asteroid Terrestrial-Impact Alert System) la sera del 28 dicembre 2019, essa sta percorrendo un cammino, un’orbita, che il 31 maggio la porterà nei pressi del Sole.

Quel giorno infatti raggiungerà la minima distanza dalla nostra stella (perielio) e proprio in quel momento e nei giorni immediatamente precedenti, potrebbe essere chiaramente visibile a occhio nudo.

Anche se al momento della sua scoperta la sua magnitudo era pari a +19,6, quando raggiungerà il perielio il 31 maggio si troverà a sole 0,262 UA (39,2 milioni di chilometri), addirittura interna all’orbita di Mercurio.

Essa non è ancora visibile a occhio nudo ma è possibile osservarla con un buon telescopio:

“Questa cometa ha anche attirato l’attenzione degli osservatori a gennaio 2020, quando è aumentata di 5 magnitudini arrivando a 12, un incremento di 100 volte di luminosità. La cometa è circumpolare e pertanto sarà visibile per tutta la notte e rimarrà per quasi tutto il mese nella costellazione dell’Orsa Maggiore per poi entrare a fine mese nella costellazione del Camelopardalis” spiega l’Uai.

Proprio quel giorno, è stata fotografata mentre sfrecciava tra le galassie M81 ed M82.

Visto che si avvicinerà molto al sole, dovremo augurarci che il calore della nostra stella non la distruggerà ma la trasformerà in uno spettacolo per noi che la osserveremo dalla Terra.

Fonte di riferimento: Uai

Leggi anche:

Gli scienziati osservano la più grande esplosione nell’Universo dal Big Bang

Scoperta acqua aliena su una cometa proveniente dallo spazio esterno al nostro Sistema Solare

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook