Ecco i primi vegetali coltivati in Antartide! Il primo passo per frutta e verdura sullo spazio

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Coltivare su Marte e altri pianeti: forse sarà possibile a breve. Gli scienziati del German aerospace center (DRL), infatti, hanno raccolto i primi ortaggi coltivati nella Greenhouse della Neumeyer-Station III in Antartide, senza terra, luce naturale o pesticidi. In condizioni veramente estreme. Un nuovo strumento di colonizzazione?

Gli astronauti, nelle loro missioni spaziali, non possono godere certamente di cibo fresco. Per superare questo problema, con potenziali ripercussioni per gli stessi astronauti, a marzo 2015 è iniziato il progetto EDEN-ISS, finanziato dalla Commissione Europea, che ha come obbiettivo lo sviluppo di tecnologie di coltivazione per la produzione di cibo salutare nello spazio. E chissà, in futuro un vero e proprio strumento per colonizzare altri pianeti.

I ricercatori della Neumayer Station III tedesca hanno dichiarato di aver raccolto 3,6 chilogrammi di insalata, 18 cetrioli e 70 ravanelli coltivati in una serra ad alta tecnologia con temperature esterne sotto i -20 gradi Celsius.

Incredibile ma vero, stando alle loro dichiarazioni e alle foto che lasciano pensare a cibo veramente gustoso. Le cui quantità potrebbero aumentare, visto che gli scienziati puntano di raccogliere a maggio 4-5 chilogrammi di frutta e verdura a settimana.

vegetali antartici1

vegetali antartici2

L’idea che questo possa essere uno strumento di colonizzazione (oltre che un’auspicabile tecnologia per nutrire gli astronauti in modo più sano), che detto così può sembrare fantascienza, non è così fuori dalla realtà. Daniel Schubert della DLR ha riferito infatti che il progetto mira a produrre una vasta gamma di verdure che potrebbero un giorno essere coltivate su Marte o sulla Luna.

Per altre informazioni sul cibo nello spazio leggi anche:

Con quali conseguenze è ancora tutto da dimostrare.

Roberta De Carolis

Foto: German aerospace center via Phys.org

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Roberta De Carolis ha una laurea e un dottorato in Chimica, e ha conseguito un Master in comunicazione scientifica. Giornalista pubblicista, scrive per GreenMe dal 2010.
Terranova integratori

Come rafforzare il sistema immunitario prima dell’inverno

Schär

Schär Bio, il gluten free biologico che ha contribuito a far nascere una foresta

Misura

“A Misura di verde”: al via il progetto che pianterà oltre 13mila alberi in Italia per combattere i cambiamenti climatici

Famas

Arriva la fibra di basalto per un isolamento performante

Fairtrade

Le settimane Fairtrade del commercio equo e solidale: compra etico e scopri online l’impatto dei tuoi acquisti

Cristalfarma
Seguici su Instagram
seguici su Facebook