©Shutterstock/Dima Zel

Asteroide lungo oltre un km sfiorerà la Terra. Sarà il passaggio più ravvicinato dei prossimi 150 anni

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin

Si chiama 2001 FO32 (o 231937), è lungo oltre un km e a marzo verrà farci visita. Un altro asteroide “potenzialmente pericoloso” è in viaggio verso la Terra. Ciò non significa che ci colpirà. Questa roccia spaziale passerà a distanza di sicurezza: sarà infatti 5 volte più lontano della Luna.

Classificato come asteroide di classe Apollo, 2001 FO32 è un sorvegliato speciale sia per le dimensioni, paragonabili a quelle del Golden Gate Bridge, che per la relativa vicinanza alla Terra. Il 21 marzo infatti passerà a 2.016.351 km dal nostro pianeta. Pochi se si considerano gli sconfinati spazi dell’universo ma abbastanza per stare al sicuro. Classificato come asteroide Near Earth Object dalla Nasa, l’asteroide periodicamente attraversa l’orbita della Terra.

Esso orbita attorno al sole ogni 810 giorni (2,22 anni), avvicinandosi a 0,30 UA e arrivando fino a 3,11 UA dal sole. La sua orbita è altamente ellittica. In base alla sua luminosità e al modo in cui riflette la luce, ha probabilmente un diametro compreso tra 0,767 e 1,714 chilometri, il che lo rende più grande del 97% circa degli asteroidi.

Come spiega Spacereference, l’orbita di 2001 FO32 è determinata da osservazioni risalenti al 23 marzo 2001 ed è stata calcolata ufficialmente l’ultima volta il 9 dicembre 2014. Il 21 marzo, quindi, volerà a 2 milioni di km dalla Terra, sfrecciando a una velocità di 18,4 km/s.

2001-fo32

©Spacereference

Per fortuna ci mancherà e di parecchio ma il suo passaggio sarà fondamentale per gli scienziati, che avranno la possibilità di ammirare da vicino un corpo celeste di grandi dimensioni. Sarà un’occasione unica visto che quello del 21 marzo sarà il volo più ravvicinato che 2001 FO32 effettuerà nei prossimi 150 anni.

“Gli asteroidi potenzialmente pericolosi (PHA) sono attualmente definiti in base a parametri che misurano il potenziale dell’asteroide di compiere minacciosi avvicinamenti alla Terra. In particolare, tutti gli asteroidi con una distanza di intersezione orbitale (MOID) minima di 0,05 au o inferiore sono considerati PHA. Di tanto in tanto, i percorsi orbitali degli asteroidi sono influenzati dalla forza gravitazionale dei pianeti, che ne causa l’alterazione. Gli scienziati ritengono che asteroidi vaganti o frammenti di precedenti collisioni si siano schiantati sulla Terra in passato, giocando un ruolo importante nell’evoluzione del nostro pianeta” spiega la Nasa.

Non sarà il caso di 2001 FO32 del 2001 che volerà lontano da noi, per fortuna visto che le sue dimensioni sono tali da provocare gravi danni alla Terra se si schiantasse.

Fonte di riferimento: Nasa/JPL, Spaceweather, Spacereference,

LEGGI anche:

Condividi su Whatsapp Condividi su Linkedin
Giornalista pubblicista specializzata in Editoria, Comunicazione Multimediale e Giornalismo. Nel 2011 ha vinto il Premio Caro Direttore e nel 2013 ha vinto il premio Giornalisti nell’Erba grazie all’intervista a Luca Parmitano.
Seguici su Instagram
Seguici su Facebook